English version | Cerca nel sito:

6 marzo, prima Giornata europea dei Giusti

le iniziative di Gariwo

Il 6 marzo 2013 si celebra la prima Giornata europea dei Giusti, istituita dal Parlamento europeo il 10 maggio 2012 su proposta di Gariwo. 


L’Europa ha stabilito una ricorrenza annuale per la memoria del bene, cioè per ricordare quanti si sono impegnati a soccorrere i perseguitati durante i genocidi, a difendere la dignità umana calpestata nei sistemi totalitari, a testimoniare la verità per non dimenticare. L’esempio del “viale dei Giusti” di Yad Vashem a Gerusalemme diventa così patrimonio di tutta l’umanità e ci richiama a un valore fondante della cultura europea: l’individuo e la sua responsabilità.


In occasione di questa importante Giornata, che fa di Milano la "capitale morale" d'Europa, è in programma un grande evento scandito in due momenti.


- ore 11, Giardino dei Giusti di tutto il mondo, Monte Stella
"Le figure pubbliche al servizio del bene"

Cerimonia di piantumazione degli alberi alla presenza del sindaco Giuliano Pisapia, di Basilio Rizzo, Presidente del Consiglio Comunale, Gabriele Nissim, Presidente di Gariwo, Giorgio Mortara, Consigliere UCEI, Pietro Kuciukian, Console d'Armenia in Italia e dei familiari dei Giusti onorati. 


I nuovi alberi sono dedicati a quattro grandi figure pubbliche del nostro tempo che hanno difeso la dignità umana: Fridtjof Nansen, esploratore e scienziato norvegese, ideatore del Passaporto Nansen e vincitore del Premio Nobel per la pace nel 1922 per la sua attività come Alto Commissario per i Rifugiati della Società delle Nazioni; Dimitar Peshev, vicepresidente del Parlamento bulgaro che ha permesso, con la sua azione, il salvataggio di circa 50mila ebrei bulgari dallo sterminio nazista; Vaclav Havel, drammaturgo, dissidente, tra i fondatori di Charta '77 e primo presidente della Repubblica Ceca, che ha lottato con forza a favore della libertà di espressione e per la tutela dei diritti umani e civili; Samir Kassir, giornalista ed esponente politico libanese, morto nell’esplosione di un’autobomba nel 2005, sostenitore dell’indipendenza del Libano, della creazione di uno Stato laico, democratico e multietnico della tutela della libertà di stampa.


- ore 20, 45, Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale
"Dalla classica al jazz. Due pianisti incontro all'Europa dei Giusti"

Concerto con i Maestri Janusz Olejniczak e Gaetano Liguori: i capolavori dei grandi autori classici, eseguiti dal virtuoso polacco che ha prestato le mani per il film Il Pianista di Roman Polanski, si alternano ai brani originali del jazzista e compositore italiano. A seguire letture di Paola Bigatto, attrice e regista. 


L'evento è organizzato dall'Associazione “Giardino dei Giusti di Milano”, di cui Gariwo fa parte insieme al Comune di Milano e all’Unione delle comunità ebraiche italiane.

Le celebrazioni di Milano hanno ricevuto il Patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati e l’adesione del Centro Ceco di Milano, del CDEC – Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, del Museo del Genocidio armeno di Yerevan e della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano.


Per la cerimonia al Monte Stella è gradita la prenotazione al numero 02/36707648 o a segreteria@gariwo.ne
t

L'ingresso al concerto di Palazzo Reale è esclusivamente su invito

7 febbraio 2013

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Giornata europea dei Giusti

Il valore dell’individuo e della responsabilità personale

Il 10 maggio il Parlamento di Strasburgo ha approvato la Dichiarazione scritta che istituisce il 6 marzo come Giornata europea in memoria dei Giusti.
Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.

Dal 7 dicembre 2017 la Giornata dei Giusti è solennità civile in Italia: ogni anno il 6 marzo celebriamo l’esempio dei Giusti del passato e del presente per diffondere i valori della responsabilità, della tolleranza, della solidarietà.

Il termine “Giusto” non è più circoscritto alla Shoah ma diventa un punto di riferimento per ricordare quanti in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Il significato di questa decisione richiama uno degli elementi fondanti della cultura europea: il valore dell’individuo e della responsabilità personale.

leggi tutto

Multimedia

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano - Interventi dei famigliari

6 marzo 2013, Milano - prima Giornata europea dei Giusti