English version | Cerca nel sito:

Rassegna stampa | Giornata dei Giusti 2020 | Il 6 marzo in streaming ripreso dai media

cerimonie annullate per l'emergenza coronavirus

Nonostante l’annullamento delle iniziative pubbliche in onore dei nuovi Giusti, a causa dell’emergenza per il coronavirus, la Giornata dei Giusti dell’umanità 2020 ha avuto un’ampia copertura da parte di quotidiani, periodici, radio, televisioni e testate online.
I media hanno messo in evidenza il valore morale dei Giusti scelti per le celebrazioni a Milano: lo scienziato americano Wallace Broecker, pioniere della lotta ai cambiamenti climatici; il chimico sovietico Valerij Legasov, che riuscì a mitigare le conseguenze di Chernobyl; Piero Martinetti e le donne di Rosenstrasse figure esemplari per il coraggio mostrato nel rifiuto del fascismo e nella resistenza al nazismo; Yusra Mardini e Hevrin Khalaf, due donne che si sono battute per la solidarietà, la pace, il dialogo.

I quotidiani Avvenire e Corriere della Sera nelle edizioni nazionali hanno pubblicato due editoriali del presidente di Gariwo Gabriele Nissim sul significato della responsabilità globale nei confronti degli altri e dell'ambiente, mentre sulla Gazzetta dello Sport il direttore della Fondazione Candido Cannavò, Franco Arturi, ha parlato degli “eroi” dello sport come esempi di Giusti.

Il settimanale di Ivrea, Risveglio Popolare, ha anticipato la Giornata dei Giusti dando risalto alla figura del filosofo Piero Martinetti, che era nativo di quella parte del Piemonte, il Canavese.

(Nel box Approfondimenti è disponibile la rassegna stampa cartacea curata dall’UCEI).

Vatican News ha pubblicato un lungo articolo di Roberta Gisotti centrato sulle figure femminili onorate nei Giardini dei Giusti, con un’intervista alla storica Anna Foa.

La solennità civile del 6 marzo dedicata ai Giusti è stata anticipata dalle agenzie Askanews e Angelipress.

La cerimonia simbolica, senza la presenza del pubblico, organizzata al Giardino dei Giusti di Milano e trasmessa in streaming sulla pagina Facebook di Gariwo, è stata ripresa da Rai 3, nel servizio di Paola Annichiarico mandato in onda alle ore 19.30 nel TGR Lombardia (dal minuto 13.00), e da Italia 1 nel servizio di Tiziana Sapienza (dal minuto 17.33) per l’edizione delle 18.30 di Studio Aperto.

Su Rai 2, il programma “I fatti vostri” nella puntata del 6 marzo ha ospitato (dal minuto 14.00) l'intervento di Emilio Barbarani, uno degli ambasciatori italiani che dall'ultima guerra ai giorni nostri hanno rischiato per salvare vite nei Paesi dove erano distaccati e che sono stati riconosciuti come Giusti.

Alla radio la Giornata dei Giusti è stata raccontata da Anna Longo nel servizio trasmesso il 5 marzo dal Gr3 Rai delle ore 18.45  (dal minuto 11.00) e nel Gr1 Rai delle ore 24 (dal minuto 17.40) del 6 marzo, mentre su Radio 2 i conduttori del programma “MIracolo Italiano” hanno intervistato Martina Landi (Responsabile Redazione gariwo.net) domenica 1 marzo (da 1 ora 10 minuti).

Moked, il portale dell’ebraismo italiano, ha pubblicato l’intervento  di Giorgio Mortara, vicepresidente UCEI, alla cerimonia al Giardino di Milano; Mosaico CEM (sito della Comunità ebraica di Milano) ha riferito della cerimonia al Giardino di Milano, ripresa anche da Repubblica.it Milano, che ha pubblicato anche una galleria fotografica, e da Corriere.it Milano, da ViviMilano, da Affari italiani.it, Joimag, la Milano.

Il sito Fanpage.it ha raccontato le storie delle Giuste che hanno combattuto per avere un mondo più equo e sono onorate nei Giardini dei Giusti di Milano e Roma, nell'articolo di Giulia Torlone con intervista a Joshua Evangelista (Ufficio Stampa di Gariwo). 

All'estero l'agenzia di stampa curda ANF ha dedicato un lancio alla figura dell'attivista curda Hevrin Khalaf onorata come Giusta al Giardino di Milano.

11 marzo 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Giornata europea dei Giusti

Il valore dell’individuo e della responsabilità personale

Il 10 maggio il Parlamento di Strasburgo ha approvato la Dichiarazione scritta che istituisce il 6 marzo come Giornata europea in memoria dei Giusti.
Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.

Dal 7 dicembre 2017 la Giornata dei Giusti è solennità civile in Italia: ogni anno il 6 marzo celebriamo l’esempio dei Giusti del passato e del presente per diffondere i valori della responsabilità, della tolleranza, della solidarietà.

Il termine “Giusto” non è più circoscritto alla Shoah ma diventa un punto di riferimento per ricordare quanti in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Il significato di questa decisione richiama uno degli elementi fondanti della cultura europea: il valore dell’individuo e della responsabilità personale.

leggi tutto

Multimedia

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano - Interventi dei famigliari

6 marzo 2013, Milano - prima Giornata europea dei Giusti