Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

Giusti

Il perdono responsabile

Perdono responsabile, giustizia riparativa, educazione alla responsabilità, tribunali internazionali e ruolo dell'Europa. La conversazione tra il presidente di Gariwo Gabriele Nissim e l'ex magistrato Gherardo Colombo, protagonista di inchieste come quella sull’omicidio Ambrosoli, Mani Pulite, la Loggia P2, IMI-SIR, Lodo Mondadori e SME.


Strasburgo ricorda Václav Havel

A quasi 6 anni dalla scomparsa di Vaclav Havel - faro della lotta per la libertà - il nuovo edificio del Parlamento europeo di Strasburgo viene intitolato a suo nome e un suo busto in bronzo, opera della scultrice ceca Marie Šeborová, è posizionato davanti all'ingresso. 


Impact Journalism Day

L'iniziativa dell'Impact Journalism Day - fondata da Christian de Boisredon, fondatore di Sparknews - riunisce 50 tra le più importanti testate globali impegnate a far conoscere piccole grandi storie in grado di cambiare, se non proprio il mondo intero, almeno la vita delle persone.


Il coraggio di agire

Sempre più spesso l'attuale emergenza migranti viene accostata alla fuga dei perseguitati durante la Seconda guerra mondiale. Se negli anni '40 molti Paesi hanno serrato le porte di fronte a chi fuggiva dal nazismo, c'è stato anche chi ha agito. L'esempio di Aristides de Sousa Mendes, console portoghese a Bordeaux.


Le basi del dialogo tra ebrei e musulmani

Diciamoci la verità. È molto raro vedere insieme ebrei e musulmani discutere di antisemitismo e islamofobia. Ciò può accadere soltanto in qualche parte d’Europa, perché in tutto il contesto mediorientale prevalgono i pregiudizi.


L'insegnamento di Lesbo: aiutare anche chi ti ha tradito nel passato

Se hai dovuto abbandonare una terra musulmana a seguito della tua religione cristiana, accoglieresti a casa tua migliaia di musulmani che oggi chiedono protezione? Le esperienze degli abitanti di Lesbo, dal libro di Daniele Biella.


I "Giusti"

esempi di resistenza morale al male estremo

La storia del Novecento è drammaticamente segnata da crimini contro l'Umanità, come il genocidio del popolo armeno nel 1915-'16; la Shoah nel corso della Seconda Guerra Mondiale; i gulag nel periodo del comunismo; le tragedie del Rwanda e dei Balcani negli anni '90. In ognuna di queste situazioni estreme sono esistiti uomini che hanno trovato la forza di opporsi al Male seguendo il principio della responsabilità personale.
Se non si può rintracciare con parametri rigidi la figura del "Giusto", se ne possono cogliere alcune caratteristiche comuni, presenti in tutte le esperienze genocidarie. Ciò che conta è la capacità di ascoltare la propria coscienza, di difendere il principio di umanità al di là dei condizionamenti ideologici, religiosi, politici, o etnici, sociali e culturali. Il paradigma è la preziosa esperienza della Commissione dei Giusti di Yad Vashem, allargata e approfondita nel segno di una riflessione universale sull'uomo.

Biografie dei Giusti

Né santi, né eroi

elogio delle virtù quotidiane

 

Il libro

Adele Zara, Giusta fra le nazioni

Pompeo Volpe, Michele Carpinetti

Multimedia

Il discorso di Aung San Suu Kyi

dopo la vittoria elettorale