Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

Giusti

L'importanza dei Giusti per l'Europa

In occasione del 6 marzo il senatore Gabriele Albertini ricordava il suo impegno nell'istituzione da parte del Parlamento di Bruxelles della Giornata europea dei Giusti. Con lui abbiamo parlato della legge sui Giusti attualmente in discussione al Parlamento italiano, del valore della memoria e del futuro dell'Europa.


"Mio fratello, quel terrorista"

La testimonianza di Abdelghani Merah, fratello dell'attentatore Mohamed Merah che uccise sette persone nel 2012 a Tolosa. Ha intrapreso una lunga marcia da Marsiglia fino a Parigi per superare l'odio e con la volontà di svegliare le coscienze e il dialogo.


Giornata europea dei Giusti 2017, la rassegna stampa

Gli articoli della carta stampata e delle testate online e i servizi radio e televisivi  sui tre momenti delle celebrazioni 2017: inaugurazione del Giardino Virtuale, testimonianze dei Giusti a Palazzo Marino e cerimonia al Giardino al Monte Stella. 


L’incontro delle diversità per superare l’odio

In una società multietnica come la nostra, il rispetto della diversità è alla base della convivenza pacifica. Ma cosa intendiamo per dialogo? Mi piace ricordare la definizione che ne dà Zygmunt Bauman, il noto filosofo recentemente scomparso. Di Giorgio Mortara


I Giusti del dialogo al Monte Stella

Si sono concluse con l'annuale cerimonia al Monte Stella, dedicata ai Giusti del dialogo Raif Badawi, Hamadi ben Abdesslem, Lassana Bathily, Etty Hillesum e Pinar Selek, le celebrazioni della Giornata europea dei Giusti 2017. Momento centrale delle iniziative, l'incontro di Hamadi con i turisti salvati al Bardo.


La Memoria dei Giusti in Polonia

Abbiamo iniziato la nostra collaborazione con Gariwo non appena furono intraprese le trattative per portare in Parlamento europeo la proposta per la creazione della Giornata dei Giusti. Il 6 Marzo 2013 fu fondato il Comitato Onorario della Casa degli incontri con la Storia, che con il tempo ha cambiato nome in Comitato per il Giardino dei Giusti di Varsavia.


I "Giusti"

esempi di resistenza morale al male estremo

La storia del Novecento è drammaticamente segnata da crimini contro l'Umanità, come il genocidio del popolo armeno nel 1915-'16; la Shoah nel corso della Seconda Guerra Mondiale; i gulag nel periodo del comunismo; le tragedie del Rwanda e dei Balcani negli anni '90. In ognuna di queste situazioni estreme sono esistiti uomini che hanno trovato la forza di opporsi al Male seguendo il principio della responsabilità personale.
Se non si può rintracciare con parametri rigidi la figura del "Giusto", se ne possono cogliere alcune caratteristiche comuni, presenti in tutte le esperienze genocidarie. Ciò che conta è la capacità di ascoltare la propria coscienza, di difendere il principio di umanità al di là dei condizionamenti ideologici, religiosi, politici, o etnici, sociali e culturali. Il paradigma è la preziosa esperienza della Commissione dei Giusti di Yad Vashem, allargata e approfondita nel segno di una riflessione universale sull'uomo.

Biografie dei Giusti

Né santi, né eroi

elogio delle virtù quotidiane

 

La storia

Pietro Kuciukian

si batte contro il negazionismo e per onorare i Giusti del genocidio armeno