English version | Cerca nel sito:

Giusti

Kunderiana

Pubblichiamo di seguito un breve "dizionario" di termini su Milan Kundera, ad opera di Francesco M. Cataluccio, comparso il 21 giugno 2020 su Il Foglio. Il testo completo è disponibile nel box approfondimenti.


Maxme Mbandà, il rugbista in ambulanza contro il Covid-19

Maxime Mbandà è terza linea delle Zebre di Parma e della Nazionale italiana di rugby. Maxime ha deciso di “arruolarsi” con la Croce Gialla di Parma, con la quale per tre mesi ha trasportato a bordo di un’autoambulanza pazienti malati di Covid-19. A Gariwo racconta questo sforzo nato in sordina che l’ha portato a essere insignito dal Presidente Sergio Mattarella dell'onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica.


Come promuovere valori universali nel mondo lacerato dalla pandemia

Trasformare la memoria universale dei genocidi in un’educazione continua, che tenga conto delle nuove sfide che il mondo dovrà affrontare in seguito alla pandemia. È questa la sostanza del messaggio con cui il presidente Gabriele Nissim ha aperto la seconda riunione degli ambasciatori di Gariwo, connessi da diverse parti d’Europa per ragionare sugli sviluppi internazionali in vista di nuove strategie da attivare per comunicare, oggi, il messaggio universale dei Giusti.


Quanto è pericoloso un volantino?

Rajan, curdo alevita, rischia la vita per aver distribuito in Turchia dei volantini che pubblicizzavano un evento organizzato da un partito d'opposizione.


Storia di un musicista curdo

Hangisi è un richiedente asilo che vive in Italia dopo essere fuggito dalla persecuzione turca. La sua colpa? Cantare in curdo e sostenere un partito politico.


La Cina e il Covid-19 visti da Pechino

Gabriele Battaglia, milanese, vive da molti anni a Pechino da dove è corrispondente per la Radiotelevisione svizzera e per Radio Popolare e scrive di questioni cinesi su Internazionale. Lo abbiamo intervistato a proposito delle strategie politiche ed economiche del governo di Pechino durante e dopo la pandemia.


I "Giusti"

esempi di resistenza morale al male estremo

La storia del Novecento è drammaticamente segnata da crimini contro l'Umanità, come il genocidio del popolo armeno nel 1915-'16; la Shoah nel corso della Seconda Guerra Mondiale; i gulag nel periodo del comunismo; le tragedie del Rwanda e dei Balcani negli anni '90. In ognuna di queste situazioni estreme sono esistiti uomini che hanno trovato la forza di opporsi al Male seguendo il principio della responsabilità personale.
Se non si può rintracciare con parametri rigidi la figura del "Giusto", se ne possono cogliere alcune caratteristiche comuni, presenti in tutte le esperienze genocidarie. Ciò che conta è la capacità di ascoltare la propria coscienza, di difendere il principio di umanità al di là dei condizionamenti ideologici, religiosi, politici, o etnici, sociali e culturali. Il paradigma è la preziosa esperienza della Commissione dei Giusti di Yad Vashem, allargata e approfondita nel segno di una riflessione universale sull'uomo.

Biografie dei Giusti

Né santi, né eroi

elogio delle virtù quotidiane

 

Il libro

La mia guerra all'indifferenza

Jean-Sélim Kanaan (con Alexandre Levy)

La storia

Gorka Landaburu

il giornalista spagnolo bersaglio dell'Eta