English version | Cerca nel sito:

Giusti

L'avvocato di Hrant Dink impiccato

Hakan Karadag, avvocato querelante del processo agli assassini di Hrant Dink, è stato trovato impiccato nella sua casa di Istanbul venerdì 4 giugno. Ripetutamente nel corso del processo il principale imputato, Ogun Samast, lo aveva minacciato davanti alla Corte, salvo poi ritrattare dopo una protesta formale. 


Il dossier di Gino Bartali a Yad Vashem

Il campione consegnava documenti falsi agli ebrei in fuga nascondendoli sotto la sella e nella canna della bicicletta.Avviata la pratica a Gerusalemme che potrebbe concludersi con il riconoscimento di Giusto tra le Nazioni.


Il Giardino dei Giusti è un libro aperto

Tanti studenti e cittadini alla Cerimonia per onorare le figure di Neda Agha Soltan, Marek Edelman, Vasilij Grossman, Giacomo Gorrini, Guelfo Zamboni, Enrico Calamai.


Neda

Editoriale di Vittorio Emanuele Parsi, docente di Relazioni internazionali dell'Università Cattolica di Milano

Neda era una ragazza di 26 anni, con tutta la vita davanti, come tante altre sue coetanee. È diventata un’icona suo malgrado, il simbolo delle donne e dei giovani derubati della loro vita e dei loro sogni da un regime oppressivo, che


16° anniversario del genocidio ruandese

A Roma il 10 aprile un evento promosso dall'Associazione Bene-Rwanda per non dimenticare i terribili cento giorni. I Giusti del Ruanda candidati al Premio Nobel per la Pace.


Giusti e testimoni

Gli interventi al seminario di Gariwo di formazione e aggiornamento per insegnanti
(8, 12, 19 marzo 2010).



I "Giusti"

esempi di resistenza morale al male estremo

La storia del Novecento è drammaticamente segnata da crimini contro l'Umanità, come il genocidio del popolo armeno nel 1915-'16; la Shoah nel corso della Seconda Guerra Mondiale; i gulag nel periodo del comunismo; le tragedie del Rwanda e dei Balcani negli anni '90. In ognuna di queste situazioni estreme sono esistiti uomini che hanno trovato la forza di opporsi al Male seguendo il principio della responsabilità personale.
Se non si può rintracciare con parametri rigidi la figura del "Giusto", se ne possono cogliere alcune caratteristiche comuni, presenti in tutte le esperienze genocidarie. Ciò che conta è la capacità di ascoltare la propria coscienza, di difendere il principio di umanità al di là dei condizionamenti ideologici, religiosi, politici, o etnici, sociali e culturali. Il paradigma è la preziosa esperienza della Commissione dei Giusti di Yad Vashem, allargata e approfondita nel segno di una riflessione universale sull'uomo.

Biografie dei Giusti

Né santi, né eroi

elogio delle virtù quotidiane

 

La storia

Guglielmo Barbò

deportato a Flossembürg per essersi unito alla Resistenza