English version | Cerca nel sito:

Guatemala, chi difende i difensori dell'ambiente?

protesta di Amnesty dopo l'omicidio dell'ambientalista Ronald David Barillas Díaz

Manifestazioni del popolo Xinca contro la miniera di San Rafael

Manifestazioni del popolo Xinca contro la miniera di San Rafael No a la mina

Secondo il Guardian, sono 17 i defender uccisi nel 2018. Il guatemalteco Ronald David Barillas Díaz, in particolare, è stato assassinato il 9 gennaio nella città di Taxisco. Un testimone avrebbe visto un uomo a bordo di un'auto bianca avvicinarsi all'attivista con il pretesto di chiedergli qualcosa, sparargli sei colpi in pieno petto e poi fuggire insieme al suo complice che era al volante. 

Ronald David Barillas Díaz era un membro del parlamento indigeno del popolo Xinca, molto rispettato anche in quanto aveva promosso una consulta municipale per valutare i rischi ambientali delle attività dell'impresa canadese Tahoe Resources Inc, che controlla la miniera di San Rafael de Santa Rosa. Il defender era anche attivo contro lo sfruttamento della canna da zucchero nelle province limitrofe. 

Il Guatemala ha una lunga storia di repressione dei popoli indigeni, con collusioni tra il governo - soprattutto la dittatura negli anni '80 di Rios Montt, recentemente scomparso - e le grandi imprese dell'industria e dell'agroalimentare. Insieme all'Honduras, è uno dei luoghi più pericolosi del mondo per i difensori degli ecosistemi naturali.

Amnesty International ha chiesto al Paese di adottare urgentemente una politica di tutela ambientale e di consultarsi subito con gli ambientalisti per trovare mezzi idonei a superare il clima di "rischio e di paura" in cui si era trovato a operare Díaz. Ha inoltre chiesto di adottare una politica organica di difesa degli attivisti per l'ambiente e di indagare in maniera imparziale sull'assassinio del leader indigeno. 

3 aprile 2018

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Ambiente e cambiamenti climatici

difendere la Terra, difendere i diritti umani

Chi sono questi defenders? Si tratta di persone che, con un’azione pacifica, sono in prima linea nella protezione dell’ecosistema. Persone comuni, che probabilmente non si riferirebbero mai a loro stesse con l’appellativo di “difensori”. Tra loro troviamo indigeni che vivono tra le montagne o le foreste e vogliono proteggere le terre dei loro antenati e le loro tradizioni da multinazionali o catene di hotel di lusso, o ranger che cercano di contrastare il bracconaggio, o ancora avvocati, giornalisti o membri di Ong che denunciano abusi e illegalità.
Il 60% dei crimini ai loro danni avviene in America Latina, in particolare in Brasile, Colombia, Honduras e Perù. L’industria estrattiva è la maggiore causa delle proteste, e di conseguenza delle morti, anche in India e Turchia. In Messico e nelle Filippine gli ambientalisti vengono uccisi principalmente per mano di gang criminali, mentre in Africa la più grande minaccia alla loro vita arriva dal bracconaggio.

leggi tutto

Multimedia

Una scomoda verità 2

di Jon Shenk, Bonni Cohen, USA, 2017

La storia

Rachel Carson

la madre dell'ambientalismo americano