English version | Cerca nel sito:

Domenico Amato 1905 - 1945

l'appuntato della Guardia di Finanza che fece espatriare in Svizzera gli ebrei e fu deportato

Nasce a San Nicola la Strada (CE) nel 1905. Dopo il servizio militare si arruola nella Guardia di Finanza e viene assegnato alla Brigata di Casamoro Porto Ceresio, in Lombardia, a un passo dalla Svizzera.

Nei giorni successivi all’8 settembre 1943, continuando a indossare la divisa, diventa il punto di riferimento per molti ebrei. Di notte, l’appuntato provvede a traghettare da Luino alla sponda lacustre del territorio svizzero, intere famiglie di ebrei in fuga dalla deportazione quando non dalla fucilazione. Il 17 febbraio 1944 Amato è sorpreso dai nazisti con documenti e valori da recapitare a una famiglia di ebrei già messi in salvo. Subito deportato in un campo di lavoro a Gusen (a un passo dal tristissimo campo di concentramento di Mauthausen), senza neppure poter avvisare la moglie e i due figli, vi muore di stenti il 27 febbraio del 1945. 

Gli è stata conferita la medaglia d’oro al merito civile nel giugno del 2008 dal Presidente della Repubblica.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Storie segnalate

di Giusti nella Shoah

Sono numerose le storie di salvataggio degli ebrei contro la furia nazista durante la seconda guerra mondiale, ancora poco note o addirittura rimaste sconosciute. In questa sezione sono raccolte le segnalazioni e le testimonianze inviate al Comitato per la Foresta dei Giusti o pervenute al sito, di chi vuol far conoscere un episodio finora sconosciuto o poco considerato, di salvataggio, di aiuto, di solidarietà e di umanità, nei tempi bui delle persecuzioni e dell'odio.
Per alcune vicende è stata chiesta l'assegnazione del titolo di "Giusto tra le Nazioni" alla Commissione dei Giusti di Gerusalemme, presso la quale viene incardinata l'istruttoria.

Giusti riconosciuti

Giusti tra le Nazioni

già riconosciuti da Yad Vashem