English version | Cerca nel sito:

Giovanni Battista Piasentini

Il sacerdote che nascose ebrei e partigiani vicino a Treviso

Testimonianza della nipote Gabriella Cucchini - Zelarino (VE), 4 aprile 2008

Giovanni Battista Piasentin, fratello di mia madre, nel periodo dell'ultima guerra mondiale era sacerdote di un ordine religioso di Venezia: la Congregazione dei Padri Cavanis che gestisce delle scuole, dalle elementari al liceo, in Italia e nel Terzo mondo. Come Prefetto della Chiesa aveva fatto costruire a Possagno (TV) una casa di esercizi spirituali sul versante di una montagna e lì nascose per diverso tempo degli ebrei, tra i quali c'era sicuramente un avvocato di Venezia di nome Errera. Io l'ho sentito spesso raccontare da mia madre. Vi trovarono rifugio anche dei partigiani che così scamparono ai rastrellamenti dei tedeschi.

Nato a Venezia, da ragazzo abitava vicinissimo al Ghetto e vi aveva stabilito amicizie con altri ragazzi, ebrei: nel 1947 fu nominato Vescovo di Anagni (FR) e nel 1951 fu trasferito a Chioggia (VE) dove rimase fino al 1976, data del suo ritiro dall'incarico. Morì nel 1987 proprio a Possagno dove si era ritirato come un semplice Padre in pensione.

Fu molto amato per le sue doti e il suo ricordo a Chioggia è ancora molto vivo.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Storie segnalate

di Giusti nella Shoah

Sono numerose le storie di salvataggio degli ebrei contro la furia nazista durante la seconda guerra mondiale, ancora poco note o addirittura rimaste sconosciute. In questa sezione sono raccolte le segnalazioni e le testimonianze inviate al Comitato per la Foresta dei Giusti o pervenute al sito, di chi vuol far conoscere un episodio finora sconosciuto o poco considerato, di salvataggio, di aiuto, di solidarietà e di umanità, nei tempi bui delle persecuzioni e dell'odio.
Per alcune vicende è stata chiesta l'assegnazione del titolo di "Giusto tra le Nazioni" alla Commissione dei Giusti di Gerusalemme, presso la quale viene incardinata l'istruttoria.

Giusti riconosciuti

Giusti tra le Nazioni

già riconosciuti da Yad Vashem