English version | Cerca nel sito:

Leonilde Simonazzi 1906 - 1992

diede soccorso a ebrei, con coraggio e disinteresse, aiutandoli ad espatriare in Svizzera

Con Giulio e Gisella Levi

Con Giulio e Gisella Levi

Tra il 1943 3 il 1945 a Milano Nilde Simonazzi, segretaria di un importante avvocato israelita di Milano (Anselmo Levi), diede soccorso, con intelligenza, coraggio e assoluto disinteresse, a ebrei - suoi conoscenti o anche estranei - aiutandoli ad espatriare in Svizzera e favorendoli in altri modi.

Si era fatta assegnare dal Commissariato Alloggi alcuni locali attigui allo studio legale che utilizzava come luogo di convegno di perseguitati politici o razziali. In contatto con contrabbandieri del Varesotto e del Comasco, favoriva in ogni modo la fuga in Svizzera di clienti ebrei dello studio, e di altri bisognosi accompagnandoli talvolta personalmemte per un buon tratto verso il confine. Molti ebrei di passaggio o provenienti da altre città trovavano rifugio, conforto e talvolta aiuto economico in casa sua, e della madre Luigia Bonora. Con gravissimo rischio personale, effettuava poi alcuni viaggi a Firenze e Parma per portare aiuto e fare da tramite fra i membri di famiglie separate e senza notizie gli uni degli altri. Andò a prendere a Parma i figli dell'avv. Anselmo Levi, Gisella e Giulio, e, facendosi passare per la loro mamma, li accompagnò fino alla frontiera svizzera dove poterono riunirsi con i loro genitori. Negli ultimi mesi dell'occupazione tedesca, Nilde fu arrestata in seguito ad una perquisizione nello studio legale ma riuscì a salvarsi grazie alla sua presenza di spirito.

Ha messo a repentaglio la sua vita pur di aiutare chi in quel momento ne aveva bisogno, con grande generosità e coraggio

Ha ricevuto da Yad Vashem il riconoscimento di Giusta tra le Nazioni. Alla cerimonia era presente anche Gisella Levi Caroti.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Storie segnalate

di Giusti nella Shoah

Sono numerose le storie di salvataggio degli ebrei contro la furia nazista durante la seconda guerra mondiale, ancora poco note o addirittura rimaste sconosciute. In questa sezione sono raccolte le segnalazioni e le testimonianze inviate al Comitato per la Foresta dei Giusti o pervenute al sito, di chi vuol far conoscere un episodio finora sconosciuto o poco considerato, di salvataggio, di aiuto, di solidarietà e di umanità, nei tempi bui delle persecuzioni e dell'odio.
Per alcune vicende è stata chiesta l'assegnazione del titolo di "Giusto tra le Nazioni" alla Commissione dei Giusti di Gerusalemme, presso la quale viene incardinata l'istruttoria.

Giusti riconosciuti

Giusti tra le Nazioni

già riconosciuti da Yad Vashem