Gariwo
https://it.gariwo.net/giusti/coraggio-civile/norma-cruz-3096.html
Gariwo

Norma Cruz (1966)

l'ex guerrigliera paladina dei diritti delle donne

Nata nel 1966, è impegnata nella difesa dei diritti delle donne in Guatemala, nella lotta contro gli abusi sessuali in famiglia e contro il traffico di esseri umani. Nel 1999, a seguito di un atto di violenza sessuale subito dalla figlia a opera del patrigno, prende contatto con altre donne e avvia una campagna di sensibilizzazione sul fenomeno della violenza sessuale in famiglia che riguarda migliaia di bambine del Guatemala. Dopo un lungo processo, nel 2002 Norma riesce a ottenere la prima condanna di un responsabile per questi reati. Per abbracciare un metodo di lotta legale che le permettesse di raggiungere questo risultato, la Cruz aveva lasciato l'organizzazione clandestina Ejército Guerrillero de los Pobres in cui militava.

Durante il processo, Norma e sua figlia istituiscono la Fundaciòn Sobrevivientes per sostenere le centinaia di vittime di violenze sessuali decise a chiedere giustizia. Il Centro garantisce inoltre sostegno alle famiglie delle donne assassinate. Nel 2006, con l’aiuto di molte donne parlamentari, Norma è riuscita a ottenere uno stanziamento statale per la creazione di un centro che offre sostegno legale e consulenza psicologica a un numero di donne compreso fra 1000 e 1500 all’anno.

Nel solo 2007, la Fondazione ha aiutato a rintracciare, processare e condannare 30 individui accusati di assassini di donne. Nel 2008 ha preso sotto protezione una ragazza vittima di sequestro e violenza sessuale, che ha denunciato con coraggio i suoi aguzzini, individuati tra i membri degli apparati di sicurezza dello Stato. Come ritorsione, un membro della Fondazione, parente di Norma, è stato a sua volta sequestrato e minacciato di morte. Norma Cruz e la sua equipe sono costantemente in pericolo, tanto da essere sotto protezione 24 ore al giorno.

Norma è anche attiva nella lotta contro il traffico degli esseri umani, a partire dal rapimento di neonati e dalle adozioni illegali, per i quali ha apertamente accusato, con nomi e cognomi, una parte delle magistratura del suo Paese di essere complice dei criminali che controllano il traffico; e si è rivolta alla Commissione Internazionale contro l’impunità in Guatemala affinché indaghi sul comportamento dei magistrati da lei segnalati.

Nel marzo del 2009 ha ricevuto, insieme ad altre 7 donne di varie parti del mondo, il premio internazionale istituito dalla segreteria di Stato degli Stati Uniti nel 2007, che premia le donne di coraggio che difendono i diritti e l’emancipazione delle donne.

Giardini che onorano Norma Cruz

Trovi un albero nel Giardino Virtuale Storie Gariwo.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

L’enciclopedia dei Giusti - Coraggio civile

coloro che si battono per difendere i perseguitati, le vittime innocenti di crimini contro l'Umanità, per salvaguardare la dignità e i diritti umani, per rivendicare la libertà di espressione e il dovere della verità

Filtra per:

Ci spiace, nessun Giusto corrisponde ai filtri che hai scelto.