English version | Cerca nel sito:

Il giorno della Memoria dedicato ai Giusti

dibattito alla Casa della Poesia di Milano

Locandina della Giornata

Locandina della Giornata

Domenica 23 gennaio 2011, ore 18.00
Casa della Poesia di Milano
largo Marinai d'Italia, 1


L'associazione AMATA (Amici italiani del Museo d'Arte di Tel Aviv) organizza un incontro sul tema dei Giusti per celebrare il Giorno della Memoria ricordando coloro che hanno scelto il Bene.

Il teologo Andrea Riccardi interviene sul tema dei Giusti nella Bibbia, lo scrittore Gabriele Nissim presenta il Comitato Foresta dei Giusti, di cui è Presidente, il giornalista Gad Lerner intervista Gottfried Wagner, pronipote del celebre musicista, indagando il rapporto della sua famiglia con il potere. Il monologo "L'ultima notte di Bonhoeffer" scritto e recitato da Pino Petruzzelli, descrive il tormento del teologo luterano tedesco protagonista della resistenza. 

23 gennaio 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Dialogo e riconciliazione

tra vittime e persecutori sono i Giusti a parlare al futuro

Nel tessuto sociale lacerato di un Paese in cui è stato perpetrato un genocidio o altri crimini contro l'Umanità, è molto difficile, anche a distanza di anni, la ripresa di un dialogo per ricucire gli strappi e ricostruire una trama di convivenza civile tra chi appartiene al campo delle vittime - come i sopravvissuti o i familiari o i rifugiati e i loro eredi- e chi a quello dei persecutori, dei complici o degli indifferenti. A cui si aggiunge il ruolo primario dello Stato, dei suoi funzionari e governanti, che spesso cercano di negare l'accaduto e rifiutano di assumersi le responsabilità - pur evidenti - dei massacri. Solo la capacità di reazione e di ascolto di chi non si è piegato all'omologazione dei comportamenti nel gruppo dei persecutori e ha rifiutato di adeguarsi a condotte che la coscienza non approva, può garantire la ripresa di una comunicazione tra le parti che sappia coniugare l'esigenza della verità e l'assunzione di responsabilità con l'apertura al futuro e  a una comune progettualità. 
I Giusti sono gli unici ad avere le carte in regola per farlo.

leggi tutto

Multimedia

"L'importanza dei Giusti"

intervista ad Aldo Ferrari

La storia

Pinar Selek

sociologa turca e attivista per la pace e i diritti umani