Gariwo
https://it.gariwo.net/giusti/diplomatici-italiani-giusti/il-percorso-di-gariwo-per-promuovere-la-diplomazia-del-bene-24147.html
Gariwo

Il percorso di Gariwo per promuovere la Diplomazia del Bene

L'impegno con la Farnesina e le ambasciate per promuovere i Giusti

Da domani la toponomastica di Roma includerà “Viale dei Giusti della Farnesina”. Roma Capitale ha infatti accolto la proposta della Fondazione Gariwo, la Foresta dei Giusti Onlus di dedicare il Viale della Farnesina a tutti coloro che, prestando servizio al Ministero degli Affari Esteri italiano a diverso titolo, hanno difeso la vita e dignità umana durante i conflitti e i genocidi. Il prossimo obiettivo sarà istituire un Giardino dei Giusti della Farnesina, attraverso la predisposizione di placche commemorative ai piedi degli alberi che popolano il viale, così da promuovere le storie di quei diplomatici e funzionari che si sono distinti in nome dei valori di responsabilità, tolleranza e solidarietà anche al costo di mettere a repentaglio la propria vita.

L’iniziativa di Roma è la tappa più recente di un lungo percorso che ha visto e vede Gariwo impegnata a ricercare e promuovere le figure dei diplomatici Giusti e di lavorare con l’apparato internazionale del governo italiano affinché le ambasciate e gli istituti di cultura italiana all’estero possano essere diffusori dell’impegno a prevenire nuovi genocidi attraverso la memoria del Bene. 

Del resto proprio l’Italia, su spinta di Gariwo, è stata promotrice della Giornata dei Giusti approvata dal Parlamento europeo nel 2012, oltre ad aver votato al Parlamento (primi in Europa) una legge affinché la Giornata divenisse solennità civile nel Paese.In quest’ottica è importante ricordare tutte le iniziative culturali in cui Gariwo ha collaborato con il Ministero degli Esteri e le proprie ambasciate:

  • All’interno dell’Ambasciata d’Italia a Tunisi dal 2016 è presente un Giardino dei Giusti, il primo in un Paese arabo. Il Giardino è dedicato a musulmani del passato e del nostro tempo che, a rischio della vita, hanno lottato contro la persecuzione, il terrorismo e per la difesa dei diritti umani.
  • In Giordania nel 2017 è stato inaugurato il Giardino del Bene all’interno della riserva naturale Sharhabil Bin Hassneh Eco Park grazie alla collaborazione tra Gariwo ed EcoPeace Middle East, con il sostegno dell’Ambasciata d’Italia ad Amman. In ricordo di questa iniziativa è stata inoltre posata una stele, nel giardino della Residenza dell’Ambasciatore d’Italia ad Amman, in ricordo di questa iniziativa.
  • Nel 2018, presso la sede dell’Ambasciata d’Italia a Stoccolma, sono stati posti un albero e una targa in ricordo di Harald Edelstam, il diplomatico svedese che aiutò i perseguitati politici nel Cile di Pinochet.
  • In Germania, il Consolato Generale d’Italia a Stoccarda, ha sostenuto il progetto di Gariwo che ha portato alla nascita del Giardino dei Giusti all’interno del liceo Johann-Friedrich-von-Cotta-Schule della città tedesca.
  • Nel 2007 è stata posta una lapide per ricordare le vittime italiane del totalitarismo, nel Cimitero Memoriale di Levashovo, nei pressi di S. Pietroburgo, su iniziativa del Memoriale di Levashovo e dell’Istituto Italiano di Cultura con la collaborazione di Gariwo, la foresta dei Giusti.
  • Altre iniziative si sono svolte o sono in fase di realizzazione insieme ad ambasciate, consolati e istituti di cultura in Argentina, Repubblica Ceca, Francia, Svezia e altri Paesi.

Come spiega il presidente di Gariwo Gabriele Nissim, il proposito del progetto della diplomazia del bene è “collaborare con le ambasciate per seminare e trasmettere la cultura del Bene, rafforzare l’immagine dell’Italia all’estero e stimolare i Paesi ospitanti a seguire questo percorso”.

13 settembre 2021

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati