Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Giornata dei Giusti

Consegnate le pergamene per il Giardino Virtuale

Il Giardino Virtuale “Giusti del Monte Stella”, creato in occasione del 6 marzo 2017, continua a crescere ospitando nuove figure, messaggeri del bene che ieri e oggi hanno compiuto un gesto in difesa dell’altro e della dignità umana. Vi presentiamo i 16 nuovi Giusti.


I Giusti dell'accoglienza al Monte Stella

Ad essere onorati quest’anno al Giardino del Monte Stella sono stati Costantino Baratta, Daphne Vloumidi, Ho Feng Shan e Hammo Shero. Le loro sono storie di persone che non si sono girate dall’altra parte, ma hanno agito, mettendo in moto le proprie doti e capacità, per provare a salvare delle vite. Il racconto della cerimonia.


Una Giornata contro l'indifferenza

Ricordare il coraggio morale di quanti vennero in soccorso delle vittime ha un grande significato. Mostra che gli esseri umani in ogni circostanza, se ascoltano la loro coscienza, hanno la possibilità di ergersi contro il male. I Giusti hanno dovuto valutare la situazione e prendere delle decisioni. È proprio questo percorso che può portare i giovani a pensare da soli e a superare l’indifferenza.


Gariwo e la Giornata dei Giusti in Italia: un augurio per un futuro di inclusione e solidarietà

Auguro alla famiglia Gariwo, a cui mi legano una profonda stima ed amicizia, di continuare a coltivare il Giardino dei Giusti dei nostri tempi affinché i suoi frutti possano maturare al più presto per invertire le pericolose tendenze di razzismo, intolleranza e xenofobia cui assistiamo ogni giorno. Di Regina Catrambone


Ho rivisto mio figlio in ognuno di loro

Il nostro più grande desiderio sarebbe quello di poter un giorno andare a trovarli in Svezia. Il più grande rammarico invece è quello di non essere usciti prima quel giorno, come facevamo di solito, verso le 6, all’alba, anziché alle 7. Ne avremmo salvati il doppio. 


Quello che successe agli armeni si sta ripetendo oggi con gli yazidi

Quello che successe allora agli Armeni si sta ripetendo oggi con gli yazidi in Iraq. L’intera nostra comunità del Sindjār è stata perseguitata dallo Stato Islamico nel 2014. Gli yazidi sono stati uccisi, resi profughi, rapiti, e i loro averi saccheggiati; donne e bambine sono state rese schiave, ai ragazzi è stato fatto un vero e proprio lavaggio del cervello. Io stessa sono una sopravvissuta. Le parole di Farida Abbas


Giornata europea dei Giusti

Il valore dell’individuo e della responsabilità personale

Il 10 maggio il Parlamento di Strasburgo ha approvato la Dichiarazione scritta che istituisce il 6 marzo come Giornata europea in memoria dei Giusti.
Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.

Dal 7 dicembre 2017 la Giornata dei Giusti è solennità civile in Italia: ogni anno il 6 marzo celebriamo l’esempio dei Giusti del passato e del presente per diffondere i valori della responsabilità, della tolleranza, della solidarietà.

Il termine “Giusto” non è più circoscritto alla Shoah ma diventa un punto di riferimento per ricordare quanti in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Il significato di questa decisione richiama uno degli elementi fondanti della cultura europea: il valore dell’individuo e della responsabilità personale.

leggi tutto

Multimedia

Cerimonia al Giardino dei Giusti di Milano

6 marzo 2013, Milano - prima Giornata europea dei Giusti