Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Nuovi Giusti nel Giardino Virtuale

la consegna delle pergamene a Palazzo Marino

14 marzo 2018, ore 15.00
Palazzo Marino, Sala dell’orologio - Milano
Consegna delle pergamene ai Giusti onorati al Giardino Virtuale
Ingresso libero

Il Giardino Virtuale “Giusti del Monte Stella” si arricchisce con nuove figure, messaggeri del bene che ieri e oggi hanno compiuto un gesto in difesa dell’altro e della dignità umana.

La cerimonia di consegna delle pergamene, durante la quale saranno lette le motivazioni della scelta di ogni Giusto - in sua presenza o in presenza di un suo rappresentante - si svolgerà dopo i saluti istituzionali e gli interventi di Gabriele Nissim, presidente di Gariwo e Giorgio Mortara, vicepresidente UCEI.

Saranno quindi onorati Vito Fiorino, falegname di Sesto S. Giovanni e pescatore per passione che a Lampedusa ha salvato 47 naufraghi nella grande tragedia del 3 ottobre 2013; i Giusti di Lesbo che hanno soccorso i profughi nel 2015 Emilia Kamvisi, Stratos Valiamos, Melinda McRostie, Eric Kempson, Efi Latsoudi e Cristoforos Schuff; Daniela Pompei e Maria Quinto, che con la Comunità di S. Egidio sono da anni impegnate in favore dei profughi; le Scolare di Rorschach (Svizzera), autrici nel 1942 di una lettera di vibrata protesta al governo svizzero contro i respingimenti dei profughi ebrei alle frontiere e per una politica di asilo; Mons. Andrea Ghetti (nome scout Baden), fondatore dell’organizzazione scout Oscar e “compagno di soccorsi” di Mons. Giovanni Barbareschi; il Gen. Guglielmo Barbò di Casalmorano, entrato nella resistenza piemontese a seguito dell’armistizio dell’8 settembre 1943 e deportato nel lager di Flossenburg, dove continuò a prendersi cura dei suoi soldati fino alla morte;Corrado Bonfantini, Comandante Generale Brigate Matteotti durante la Resistenza, che si spese sempre a favore dei più deboli in modo autonomo e libertario; Erwin Kräutler, austriaco, missionario in Brasile in difesa dei più deboli, gli indios dell’Amazzonia; Fritz Michael Gerlich, giornalista tedesco fiero oppositore di Hitler, ucciso nel campo di concentramento di Dachau; Maria Vittoria Zeme, crocerossina infermiera volontaria durante la guerra in Grecia e Croazia, dopo l’8 settembre fu internata in un lager, a Zeithain, insieme ai militari che si erano rifiutati di aderire alla Repubblica di Salò, continuando a prendersi cura di loro.

La cerimonia è parte di una serie di iniziative organizzate da Gariwo.

Di seguito l’elenco degli altri appuntamenti:

14 marzo, ore 10.30, Giardino dei Giusti di tutto il mondo - Monte Stella Milano
Dedica dei nuovi alberi ai Giusti Hammo Shero, Ho Feng Shan, Costantino Baratta e Daphne Troumpounis. 
Cerimonia pubblica

15 marzo, ore 20.30, Palazzo Marino, Sala Alessi - Milano
Concerto della pianista Ani Martirosyan e della violinista Nobuko Murakoshi, con letture dell’attrice Sonia Bergamasco alla presenza della senatrice a vita Liliana Segre.
Ingresso su prenotazione

Per info e prenotazioni: segreteria@gariwo.net
0236707648

12 febbraio 2018

Giornata europea dei Giusti

Il valore dell’individuo e della responsabilità personale

Il 10 maggio il Parlamento di Strasburgo ha approvato la Dichiarazione scritta che istituisce il 6 marzo come Giornata europea in memoria dei Giusti.
Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.

Dal 7 dicembre 2017 la Giornata dei Giusti è solennità civile in Italia: ogni anno il 6 marzo celebriamo l’esempio dei Giusti del passato e del presente per diffondere i valori della responsabilità, della tolleranza, della solidarietà.

Il termine “Giusto” non è più circoscritto alla Shoah ma diventa un punto di riferimento per ricordare quanti in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Il significato di questa decisione richiama uno degli elementi fondanti della cultura europea: il valore dell’individuo e della responsabilità personale.

leggi tutto