Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

6 marzo, Giornata europea dei Giusti

Giornata Europea dei Giusti

Il 10 maggio 2012 il Parlamento Europeo ha approvato con 388 firme la proposta di Gariwo di istituire il 6 marzo una Giornata europea dedicata ai Giusti per tutti i genocidi. Dal 6 marzo 2013 celebriamo quindi l’esempio dei Giusti per diffondere ovunque i valori della responsabilità, della tolleranza, della solidarietà.

I Giusti di quest’anno al Giardino di Milano

Per il 2017 abbiamo scelto come tema per la cerimonia al Monte Stella “I Giusti del dialogo: l'incontro delle diversità per superare l’odio”. Le figure nominate sono , Pinar Selek ed Etty Hillesum. Raif Badawi, Lassana Bathily, Mohamed Naceur (Hamadi) ben Abdesslem, Etty Hillesum e Pinar Selek.
Vuoi farlo anche tu?

Come viene celebrata la Giornata Europea dei Giusti?

Con commemorazioni in tutta Europa, nei Giardini dei Giusti, nelle scuole, con le istituzioni, con le associazioni del territorio.

Come posso partecipare?
Puoi organizzare un evento nella tua città, nella tua scuola, o fare un gesto come "adottare un Giusto", visitare un Giardino, mettere un fiore, lasciare una dedica.

Dove trovo il materiale necessario?

Scarica il kit da questo link e comunicalo a tutti!

Aspettando il 6 marzo

L'importanza dei Giusti per l'Europa

In occasione del 6 marzo il senatore Gabriele Albertini ricordava il suo impegno nell'istituzione da parte del Parlamento di Bruxelles della Giornata europea dei Giusti. Con lui abbiamo parlato della legge sui Giusti attualmente in discussione al Parlamento italiano, del valore della memoria e del futuro dell'Europa.


Giornata europea dei Giusti 2017, la rassegna stampa

Gli articoli della carta stampata e delle testate online e i servizi radio e televisivi  sui tre momenti delle celebrazioni 2017: inaugurazione del Giardino Virtuale, testimonianze dei Giusti a Palazzo Marino e cerimonia al Giardino al Monte Stella. 


L’incontro delle diversità per superare l’odio

In una società multietnica come la nostra, il rispetto della diversità è alla base della convivenza pacifica. Ma cosa intendiamo per dialogo? Mi piace ricordare la definizione che ne dà Zygmunt Bauman, il noto filosofo recentemente scomparso. Di Giorgio Mortara


I Giusti del dialogo al Monte Stella

Si sono concluse con l'annuale cerimonia al Monte Stella, dedicata ai Giusti del dialogo Raif Badawi, Hamadi ben Abdesslem, Lassana Bathily, Etty Hillesum e Pinar Selek, le celebrazioni della Giornata europea dei Giusti 2017. Momento centrale delle iniziative, l'incontro di Hamadi con i turisti salvati al Bardo.


Ogni atomo di odio che aggiungiamo al mondo lo rende ancora più inospitale

Se una cosa è non odiare, un’altra è amare il nemico. Come si fa ad amare il nemico? Alla ricerca di una risposta, la Hillesum riflette – sulla scia di Carl Gustav Jung, il maestro di Spier – sulla presenza del male nell’uomo e si convince che non è solo il nemico ad accogliere il male, ma che il bene e il male sono radicati in ogni essere umano.


Perché Raif Badawi fa paura

Vorrei iniziare con questa citazione: "Gli stati basati sulla religione rinchiudono i loro popoli nel cerchio della fede e della paura". Questa frase potrebbe essere stata pronunciata in diversi paesi del mondo. Il suo autore è Raif Badawi e la paura di cui parla è la paura del pensiero libero, di un’opinione indipendente, di una voce critica.


Celebrazioni 2017 Celebrazioni Gariwo

Celebrazioni 2017