Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

L'umanità deve crescere

di Lassana Bathily

Lassana Bathily in Sala Alessi

Lassana Bathily in Sala Alessi

Le parole di Lassana Bathily in occasione dell'incontro del 14 marzo a Palazzo Marino "I Giusti raccontano"

Signor Giuseppe Sala, Sindaco di Milano,
Signore, signori, cari amici,
Caro Gabriele!

Sono onorato del vostro invito perché il tema di questo incontro mi fa pensare a molte cose.

In effetti dagli eventi del gennaio 2015 a Parigi, seguiti poi da quelli di novembre, sono convinto che la soluzione debba venire dal dialogo.

Bisogna fare un passo avanti gli uni verso gli altri, dobbiamo incontrarci, parlarci, accettare le nostre differenze e anche arricchirci… perché ad ogni modo dobbiamo vivere insieme.

Chi ha voglia di non poter più uscire per strada? Chi ha voglia di vedere i suoi figli morire sotto i propri occhi?

Nessuno!

L’umanità deve crescere, e dobbiamo tutti dare il nostro contributo.

Sono nato in Mali in una famiglia musulmana che mi ha insegnato il rispetto dell’altro, qualsiasi sia la sua religione o credenza, per poter vivere insieme. Questa è ricchezza.

È per questo che il giorno dell’attentato ho pensato a quello che mi ha detto mia madre e ho salvato queste vite umane. Tuttavia non mi considero un eroe.

Tengo davvero a ringraziare l’iniziativa del Giardino dei Giusti che ci onora e ci mostra la strada giusta.

Questa è la seconda volta che vengo in Italia e ci tengo a salutare tutti gli studenti della scuola Pertini di Vercelli (soprattutto ringrazio Carolina, Angela e Patrizia).

Ho avuto anche l’occasione di incontrare altre comunità che mi hanno invitato negli Stati Uniti. Sono stato invitato dalla Ligue des droits de l’Homme in Francia. Sono molto sensibile a tutte queste manifestazioni particolarmente generose.

È, però, soprattutto in direzione dei giovani che voglio esprimermi. Non credo che vogliano una Terra insanguinata, una Terra stanca, una Terra invivibile.

È nostra responsabilità far capire che contiamo su di loro anche per questo.

E voglio rivolgermi ai giovani di tutti i Paesi e di tutti i continenti - soprattutto dell’Africa, dove la vita per alcuni è così difficile e la tentazione della violenza esiste.

La condivisione delle ricchezze, l’educazione, la formazione professionale, la giustizia, un lavoro per tutti… è su questi valori che bisogna seriamente lavorare per assicurare un futuro a questa gioventù, ed evitarle di rimanere inoperosa e incamminarsi verso la radicalizzazione che porta alla morte.

Analisi di Lassana Bathily

14 marzo 2017

Giornata europea dei Giusti

Il valore dell’individuo e della responsabilità personale

Il 10 maggio il Parlamento di Strasburgo ha approvato la Dichiarazione scritta che istituisce il 6 marzo come Giornata europea in memoria dei Giusti.
Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.
Il termine “Giusto” non è più circoscritto alla Shoah ma diventa un punto di riferimento per ricordare quanti in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Il significato di questa decisione richiama uno degli elementi fondanti della cultura europea: il valore dell’individuo e della responsabilità personale.

leggi tutto

Scopri tra gli Editoriali