Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

Nasce il Comitato 6 marzo

per le celebrazioni della Giornata Europea dei Giusti

Lʼistituzione della Giornata Europea dei Giusti - approvata il 10 maggio 2012 dal Parlamento Europeo su proposta di Gariwo - è una pietra miliare nella diffusione del messaggio di cui i Giusti sono portatori.


Perché questo patrimonio si consolidi nel tempo abbiamo costituito il Comitato 6 marzo per le celebrazioni della Giornata Europea dei Giusti: uno strumento per rinnovare ed estendere ogni anno le cerimonie in onore dei Giusti in tutta Europa.

La tua adesione renderà più forte questa ricorrenza. Per sostenere il Comitato 6 marzo clicca qui

Nel box approfondimenti gli obiettivi del Comitato 6 marzo per le celebrazioni della Giornata Europea dei Giusti


Ecco chi ha già aderito:

Paolo Beni, presidente nazionale ARCI e parlamentare
Paola Bigatto, attrice e regista
Svetlana Broz, direttrice di Gariwo Sarajevo
Francesco Cataluccio, scrittore
Letizia Cerqueglini, presidente Associazione Italia-Israele di Perugia
Leonardo Coen, giornalista de La Repubblica e scrittore
Gherardo Colombo, già magistrato italiano
Nando Dalla Chiesa, scrittore, docente di Sociologia della criminalità organizzata presso l’Università degli Studi di Milano
Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera
Patrizia Di Luca, presidente Commissione naz. sammarinese UNESCO e Responsabile del Museo dell'Emigrante
Antonio Ferrari, editorialista del Corriere della Sera e scrittore
Marcello Flores, docente di Storia dei Diritti umani all’Università di Siena
Zbigniew Gluza, presidente della Fondazione Karta
Agnes Grunwald-Spier, sopravvissuta all'Olocausto e collaboratrice dell'Holocaust Memorial Day Trust inglese
Annalia Guglielmi, responsabile Gariwo per l’Europa centro-orientale
Juan Gutierrez, promotore di San Sebastián capitale europea della cultura 2016
Juan Carlos Izagirre Hortelano, sindaco di San Sebastián (ES), capitale europea della cultura 2016
Piotr Jakubowski, direttore del Dom Spotkan z Historia (Casa di Incontri con la Storia)
Stefano Jesurum, giornalista del Corriere della Sera e scrittore
Hellen Kaufmann, presidente dell'Associazione Anonimi, Giusti e Perseguitati durante il Periodo Nazista di Bordeaux (AJPN)
Gaetano Liguori, pianista e compositore jazz
Antonello Linari, sindaco di Torre de’ Passeri (PE)
Nicolantonio Logoluso, presidente Società operaia di mutuo soccorso “Roma intangibile”, Bisceglie (BT)
Marzia Luppi, Direttore Fondazione Ex Campo Fossoli
Claire Ly, testimone e sopravvissuta al genocidio cambogiano
Sante Maletta, filosofo e docente di Filosofia politica nell'Università della Calabria
Francesca Nodari, filosofa e direttrice dell’Associazione Filosofi lungo l’Oglio
Enza Nunziato, giornalista de Il Sannio Quotidiano
Vittorio Emanuele Parsi, docente di Relazioni internazionali all’Università Cattolica di Milano Maria Peri, nipote del Giusto Odoardo Focherini
Franco Perlasca, figlio di Giorgio Perlasca e presidente della Fondazione Giorgio Perlasca Andreas Pieralli, giornalista e traduttore in Repubblica Ceca
Giuliano Pisapia, sindaco di Milano
Don Gino Rigoldi, cappellano dell’Istituto penale per minori Beccaria, fondatore e presidente di Comunità Nuova onlus
Andrea Riscassi, giornalista Rai e membro dell’Associazione Annaviva
Giorgio Sacerdoti, presidente CDEC
Milena Santerini, docente universitaria e onorevole del gruppo Popolari per l’Italia
Robert Satloff, storico e direttore del Washington Institute for Near East Policy
Paula Sawicka, presidente dell'Associazione Otwarta Rzeczpospolita (Repubblica Aperta) Vaclav Sedy, ex direttore del Centro di Cultura Ceco di Milano
Liliana Segre, testimone e sopravvissuta alla Shoah
Baykar Sivazliyan, presidente dell’Unione degli Armeni d’Italia
Freundel J. Stuart, Primo Ministro delle Barbados
Andrée Ruth Shammah, direttrice del Teatro Franco Parenti
Massimiliano Speziani, attore
Francesco Spina, sindaco di Bisceglie (BT)
Anna Stupnicka-Bando, presidente dell'Associazione Polacca dei Giusti fra le Nazioni
Baruch Tenembaum, fondatore dell’International Raoul Wallenberg Foundation
Umberto Veronesi, chirurgo, direttore scientifico dell'Istituto Europeo di Oncologia e fondatore della Fondazione Umberto Veronesi
Anna Zafesova, giornalista de La Stampa
Malogorzata Zakrzewska, presidente della Commissione Cultura e Promozione della città di Varsavia
Promotori del Giardino dei Giusti di Pistoia: don Massimo Biancalani (comunità parrocchiali di Vicofaro e di Ramini-Bonelle), Giancarlo Niccolai (Centro Studi "Giuseppe Donati"), Federica Pieraccioli (Scuola attiva "I care" di Ramini), Mauro Matteucci (Centro di documentazione di progetto "don Lorenzo Milani" di Pistoia)

Associazioni e istituzioni


Aleteia
ARCI
Associazione Filosofi lungo l’Oglio
Associazione Puecher
Associazione Senza confini
Bene Rwanda
Centro di Cultura Ceco, Milano
Centro Asteria
Comitato Amici del Tempio Civico di Sant’Anna, Busto Arsizio
Comunità di Sant’Egidio
Comunità Ebraica di Milano
Centro missionario Pime Milano
Comunità Nuova
Fondazione Giorgio Perlasca
Fondazione Memoriale della Shoah di Milano
Fondazione Umberto Veronesi
Provincia di Milano
Società Operaia di mutuo soccorso “Roma intangibile”, Bisceglie (BT)
Unione degli Armeni d’Italia

18 febbraio 2014

Giornata europea dei Giusti

Il valore dell’individuo e della responsabilità personale

Il 10 maggio il Parlamento di Strasburgo ha approvato la Dichiarazione scritta che istituisce il 6 marzo come Giornata europea in memoria dei Giusti.
Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.
Il termine “Giusto” non è più circoscritto alla Shoah ma diventa un punto di riferimento per ricordare quanti in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Il significato di questa decisione richiama uno degli elementi fondanti della cultura europea: il valore dell’individuo e della responsabilità personale.

leggi tutto

Multimedia

Un murale per Khaled al-Asaad

alla Fabbrica del Vapore di Milano