Gariwo
https://it.gariwo.net/giusti/gulag/julij-markovi-danil-1286.html
Gariwo

Julij Markovic Daniėl' (1925 - 1988)

la denuncia della violenza del regime stalinista sull'uomo comune

Daniel' nella copertina di "Lettere dalla prigionia"

Daniel' nella copertina di "Lettere dalla prigionia"

Nato a Mosca, dove compì gli studi di letteratura, esordì come traduttore e saggista e collaborò alla rivista “Novyj Mir”. A partire dal 1958, firmandosi con lo pseudonimo di Nikolaj Aržak, Daniėl' iniziò a scrivere romanzi fantastici e utopistici che contenevano un’aperta denuncia della quotidiana violenza operata dai burocrati del regime sovietico sull’uomo comune: Le mani (1958), Qui parla Mosca (1960); L'uomo del Minap (1961); L’espiazione (1966). 

Nel 1966 venne arrestato, assieme allo scrittore Andrej Donatovič Sinjavskij, e condannato a cinque anni di Gulag per aver fatto pubblicare all'estero scritti giudicati antisovietici. Il “processo Sinjavskij / Daniėl' ” destò molta sensazione nella società sovietica e in Occidente, anche perché gli accusati si dichiarano non colpevoli e ribadirono anzi con forza che la letteratura non è di competenza dei tribunali. 

Il caso di Daniel’ fu oltremodo clamoroso perché le opinioni che gli venivano contestate non erano sue ma dei personaggi dei suoi romanzi. In prigionia Daniėl' continuò a lottare per i diritti dei prigionieri subendo spesso la cella di rigore. Riuscì anche a far uscire dal campo un ciclo di poesie (Versi dalla prigione, 1971). Scontata la pena, a differenza di Sinjavskij (emigrato in Occidente e stabilitosi a Parigi), Daniėl' rimase in Unione Sovietica, senza più riprendere l’attività letteraria. Gli fu proibito di risiedere a Mosca e si stabilì a Kaluga, dove rimase fino alla morte. A cura del figlio, è uscito un grande volume di Lettere dalla prigionia.

Giardini che onorano Julij Markovic Daniėl'

Trovi un albero nel Giardino Virtuale Storie Gariwo.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati

L’enciclopedia dei Giusti - Gulag

per chi voleva opporsi non si trattava di rischiare la vita per salvare un altro essere umano, ma di salvare la propria identità anche a costo della vita

Filtra per:

Ci spiace, nessun Giusto corrisponde ai filtri che hai scelto.