Gariwo: la foresta dei Giusti

English version | Cerca nel sito:

Per una Carta delle responsabilità

​Orgoglio europeo. Note sul sesto punto della Carta delle responsabilità

Nel novembre 1956, in una Budapest scossa dall’invasione sovietica, il direttore dell’agenzia di stampa ungherese lanciò un messaggio disperato, poco prima che il suo ufficio fosse raso al suolo: “Moriremo per l’Ungheria e per l’Europa”. Un trentennio è trascorso dall’articolo di Kundera. Nonostante gli enormi cambiamenti sopravvenuti in questo lasso temporale, è difficile negare l’attualità delle sue riflessioni.


Mediterraneo, Africa, Europa. Oltre l'emergenza

Nella Carta delle Responsabilità 2017 vi è un principio guida: la responsabilità dei singoli per arrestare i conflitti che insanguinano il nostro tempo, per trovare la strada del loro superamento. Alla base dell’odio che si è manifestato nei diversi focolai di crisi vi è un elemento comune: il processo di disumanizzazione di quello che viene identificato come il nemico.


Sulla Carta delle Responsabilità 2017

La “CARTA” invita a riflettere su quanto ciascuno si debba sentire responsabile di ciò che oggi accade nella sua storia personale, che - nell’odierna società globalizzata - è anche, necessariamente, storia condivisa. Nessuno potrebbe conoscere se stesso se non esistesse l’altro.


Il perdono responsabile

Perdono responsabile, giustizia riparativa, educazione alla responsabilità, tribunali internazionali e ruolo dell'Europa. La conversazione tra il presidente di Gariwo Gabriele Nissim e l'ex magistrato Gherardo Colombo, protagonista di inchieste come quella sull’omicidio Ambrosoli, Mani Pulite, la Loggia P2, IMI-SIR, Lodo Mondadori e SME.


La Carta delle responsabilità 2017 di Gariwo

"Partire dalle proprie responsabilità di individui, alzare la testa e interrogarsi su che cosa posso fare io, qui e ora, senza scaricare responsabilità e colpe sulla politica, sul sistema, sugli altri." Di Giovanni Cominelli


La Carta delle responsabilità di chi agisce nell'anonimato

Perché abbiamo scritto la Carta delle responsabilità e ci siamo lanciati in un’avventura che a prima vista può sembrare donchisciottesca e velleitaria e dare l’impressione che si tratta di uno sforzo inutile e che non cambierà nulla nel grigio panorama del nostro Paese? Di Gabriele Nissim


Per una Carta delle responsabilità

la crisi dell'Europa e i Giusti del nostro tempo

Di fronte alla crisi istituzionale, morale e culturale che si sta diffondendo in Europa, Gariwo ha promosso l’elaborazione di una Carta dei valori su alcuni problemi morali del nostro tempo. Punto di partenza di questo percorso, il ciclo di incontri "La crisi dell'Europa e i Giusti del nostro tempo", organizzato in collaborazione con il Teatro Franco Parenti e il patrocinio dell'Università degli Studi di Milano e della Fondazione Corriere della Sera, per la creazione di un dibattito pubblico sul tema della responsabilità personale di fronte alle sfide del nuovo millennio.

L’idea è quella di aprire una discussione sui temi fondamentali che coinvolgono la nostra società, che non termini con una sintesi definitiva e una verità assoluta, ma che venga estesa al pubblico. Non si tratta di elaborare una piattaforma politica, ma di indicare un orizzonte culturale che possa sollecitare un impegno comune all’interno di una pluralità di culture.

leggi tutto

Multimedia

La crisi dell'Europa

il terzo incontro al Teatro Franco Parenti