Gariwo
https://it.gariwo.net/giusti/pulizia-etnica-e-genocidio-nei-balcani/latinka-perovi-23644.html
Gariwo

Latinka Perovic (1933)

la prima persona in Serbia a definire Srebrenica un genocidio

Latinka Perović è nata a Kragujevac (Serbia) nel 1933, ed è una delle più note storiche e politiche serbe.

All'età di 27 anni presiedeva già il Fronte antifascista delle donne della Serbia. Segretario dell'Alleanza Comunista di Serbia dal 1968 al 1972, è stata rimossa dalla carica dall’Alleanza Comunista di Jugoslavia per le sue convinzioni “troppo liberali”.
Dopo aver perso questo incarico, si è dedicata alla ricerca storica, senza mai smettere di cercare di democratizzare, modernizzare e liberalizzare la visione politica nella Jugoslavia socialista (idea per la quale era stata allontanata dalla scena politica).

Latinka Perović è stata una delle critiche più esplicite del nazionalismo serbo, in particolare di Slobodan Milošević e del suo regime. Ha definito il suo sistema politico una cultura dell'omicidio - colpevole delle sofferenze non solo delle altre etnie, ma anche dei serbi.

Dopo la guerra, si è battuta per un’operazione di responsabilità in Serbia, essendo la prima nel Paese a definire genocidio i crimini commessi a Srebrenica.
Inoltre, ha spesso dichiarato che la Serbia ha bisogno di politici che si assumano la responsabilità pubblica dei crimini commessi nell'ex Jugoslavia, al fine di facilitare la riconciliazione con gli Stati vicini e prevenire il ripetersi di simili tragedie.

Questa sua riflessione l’ha portata anche a ritenere che il bombardamento NATO della Serbia poteva essere attribuito, in parte, agli stessi serbi: "Questa è, ancora una volta, una questione di politica che invoca le bombe - ha dichiarato - è una conseguenza del netto rifiuto di un compromesso che provoca le ripercussioni peggiori”.

Nel 2015, a Latinka Perović viene assegnato il premio Duško Kondor per l'affermazione del coraggio civile.

La biografia è tratta dall’archivio del Premio Dusko Kondor per il Coraggio Civile. Ringraziamo Svetlana Broz per il materiale fornito alla redazione

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati

L’enciclopedia dei Giusti - Pulizia etnica e genocidio nei Balcani

personaggi che si sono opposti alla pratica della pulizia etnica nella ex-Jugoslavia durante la guerra scoppiata per la spartizione del territorio, dopo la dissoluzione del regime comunista seguita alla morte del generale Tito

Filtra per:

Ci spiace, nessun Giusto corrisponde ai filtri che hai scelto.