Gariwo
https://it.gariwo.net/giusti/shoah-e-nazismo/alessandro-cofini-23082.html
Gariwo

Alessandro Cofini (1911 - 2003)

Imprenditore agricolo abruzzese che salvò la famiglia ebrea Nathan dalla persecuzione

Alessandro Cofini

Alessandro Cofini

Alessandro Cofini, nato a Massa D’Albe (AQ) nel 1911, nonostante il costante rischio dell’arresto e della fucilazione, con l’aiuto dei fratelli Armando, Enrico e Giuseppina e dalla matrigna Berardina, ospitò nella propria casa a Forme la famiglia ebrea Nathan (Joe Nathan e la moglie Peggy, le figlie Amelia, Giorgina, Virginia).

Dopo la promulgazione delle leggi razziali, nel 1938, la famiglia Nathan si imbarcò per l’Australia, nel dicembre dello stesso anno. Alcuni mesi dopo, Joe Nathan dovette però tornare in Italia per sistemare degli affari e lì si ammalò, costringendo anche il resto della famiglia a rientrare nel Paese. Al loro ritorno, i fascisti sequestrarono loro i passaporti e il destino della famiglia sembrava ormai segnato. Alessandro Cofini e i fratelli conobbero la famiglia Nathan quando - a seguito della morte dello zio Emilio nel 1941, il quale sino ad allora era stato il capo dell’azienda di famiglia - presero in affitto per lo svernamento del loro bestiame la tenuta “I Galli” di proprietà proprio dei Nathan. 

Dopo l’8 settembre del 1943, la libertà della famiglia Nathan fu sempre più minacciata: Joe Nathan era uno degli ebrei più conosciuti a Roma e la moglie Peggy, australiana, era considerata “nemica” dei fascisti. Alessandro e i fratelli, che si erano già ripetutamente offerti di ospitare i Nathan nella loro casa a Forme (AQ) nel caso in cui si fossero trovati costretti a fuggire da Roma, offrirono rifugio a Joe Nathan, che decise di accettare. Tra Joe e Alessandro era nato un rapporto di amicizia e fiducia.
Tutti erano al corrente che chi dava ospitalità agli ebrei poteva essere arrestato o addirittura fucilato ma, nonostante i divieti, Alessandro si occupò personalmente del trasferimento della famiglia Nathan a Forme, nell’anno in cui Roma era completamente in mano ai nazisti. Alessandro si diede appuntamento con la famiglia Nathan nei pressi della stazione di Avezzano e da lì, li accompagnò a Forme con il suo "carrettino", lo stesso che avrebbe poi usato per riportarli a Roma quando la situazione fu migliorata.

Tutta la famiglia Cofini accolse calorosamente i Nathan. Persino quando i tedeschi giunsero a Forme, Alessandro e i fratelli non si persero d’animo e continuarono a proteggere Joe Nathan e i suoi cari. Anche quando, il 7 ottobre del 1943, un'intera guarnigione tedesca improvvisamente requisì alcune abitazioni nel paese. Alessandro con l'aiuto dei fratelli si oppose con determinazione alla requisizione della propria casa da parte dei tedeschi, con la scusa che i loro ospiti fossero dei parenti rimasti senza casa. Fece così in modo che la famiglia Nathan non venisse scoperta. Alessandro Cofini riuscì a tenere nascosti i Nathan per due mesi, prodigandosi per rendere il meno dura possibile la loro permanenza, permettendo loro di sfuggire alla deportazione

Virginia Nathan, deceduta il 7 marzo del 2009, dopo la fine della guerra si è recata più volte a Forme per ringraziare personalmente Alessandro ed i fratelli. In una di queste visite, a metà degli anni ’80, fu accompagnata da un prigioniere inglese nascosto anche lui a Forme che lei e la sua famiglia, insieme ai Cofini, aiutarono e sfamarono mentre sfuggiva dai tedeschi.

Segnalato da Fulvio Cofini

Giardini che onorano Alessandro Cofini

Alessandro Cofini è onorato nel Giardino di L'Aquila - Convitto Nazionale.

Trovi un albero anche nel Giardino Virtuale Storie del Monte Stella.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

L’enciclopedia dei Giusti - Shoah e nazismo

sono numerose le storie di salvataggio degli ebrei contro la furia nazista durante la seconda guerra mondiale, ancora poco note o addirittura rimaste sconosciute

Filtra per:

Ci spiace, nessun Giusto corrisponde ai filtri che hai scelto.