Gariwo
https://it.gariwo.net/giusti/shoah-e-nazismo/oskar-schindler-25017.html
Gariwo

Oskar Schindler (1908 - 1974)

l'imprenditore tedesco che salvò migliaia di ebrei

Uomo d’affari nazista, era un bon viveur, un contrabbandiere e un giocatore dazzardo, un bevitore e un donnaiolo”, che ha sfruttato il proprio fascino e le proprie conoscenze tra i generali nazisti per salvare migliaia di ebrei.

Nasce in una famiglia tedesca della piccola città industriale di Zwittau, al confine tra la regione Boemia e Moravia, regioni dell’attuale Repubblica Ceca. Riceve una educazione cattolica rigida e nel 1928 sposa Emilie, una ragazza molto religiosa di un paese vicino. Ha un carattere estroverso e ambisce a garantirsi uno stile di vita agiato e raffinato. Durante l’ascesa di Hitler al potere della Germania negli anni ‘30, da mediocre venditore fa presto carriera come imprenditore di successo e accumula ricchezza, oltre a intessere relazioni con i vertici politici, economici e militari della Germania nazista.

Nel 1939, anno dell’invasione tedesca della Polonia, Schindler si trasferisce a Cracovia con la moglie e l’amante. Acquisisce due fabbriche in disuso, precedentemente appartenute a membri della comunità ebraica della città e che vengono riconvertite a produzione di armamenti. In realtà si tratta di una copertura per l’attività di spionaggio che svolge per gli occupanti tedeschi. Gli ebrei del ghetto sono costretti ai lavori forzati in fabbrica e tra loro e Schindler inizia ad instaurarsi un rapporto diverso rispetto a quello con gli altri ufficiali: a differenza della maggioranza delle guardie naziste, l’imprenditore li tratta con umanità. Col tempo, mentre le leggi razziali inaspriscono le discriminazioni contro gli ebrei, in lui aumenta la distanza dai metodi persecutori nazisti e matura lidea di agire per salvare quanti più ebrei possibile.

Nel 1943 il ghetto ebraico viene liquidato e le deportazioni di massa verso il campo di Płaszów iniziano. Schindler si adopera quindi per salvare gli ebrei che lavorano per lui e convince alcuni ufficiali nazisti ad approvare la creazione di una succursale del campo di Płaszów all’interno della propria fabbrica. Così, uno spazio libero del giardino posteriore dell’edificio viene utilizzato per creare il campo di lavoro. Schindler sfrutta la propria rete di conoscenze e il denaro di cui dispone per corrompere il comandante del campo di concentramento Amon Göth e le guardie, distribuendo loro diamanti e impedendo l’accesso al campo a guardie SS non autorizzate. Di fatto permette agli ebrei di vivere al sicuro in delle baracche all’aperto. Grazie alla propria tenacia, Oskar Schindler salva 900 ebrei da morte certa.

Nell’agosto del 1944 l’armata russa avanza verso la Polonia e Schindler sposta la propria fabbrica nella regione dei Sudeti. Tuttavia, alcuni dei suoi operai finiscono nelle mani delle SS. L’imprenditore trova l’ennesimo escamotage per salvarli dal campo di sterminio di Mauthausen: corrompe una delle guardie per aprire il vagone in cui sono costretti a ogni fermata e 300 prigionieri trovano così la salvezza. Successivamente, corrompendo gli ufficiali nazisti dei campi, riesce a ottenere il trasferimento di circa 800 uomini dal campo di concentramento di Gross-Rosen e di circa 300 donne da Auschwitz. I nomi delle persone salvate fanno parte della famosa Schindlers list ampiamente documentata dal film vincitore di 7 premi Oscar. Nonostante gli arresti e gli interrogatori a cui viene sottoposto, continua a falsificare documenti e corrompere i funzionari del Terzo Reich per salvare i suoi SchindlerJuden, gli ebrei di Schindler.

Alla fine della guerra, con la vittoria degli Alleati, la vita del nazista Schindler è in pericolo. Tuttavia, scappa grazie a un convoglio di giovani ebrei che gli fanno da garanti e lo proteggono. Inizialmente trova rifugio in Argentina, dove prova ad avviare delle attività commerciali, ma senza successo. Nel 1958 ritorna nella Repubblica Federale Tedesca, dove il valore delle sue azioni viene riconosciuto con l’onorificenza della Croce al Merito di Classe I della Repubblica Federale Tedesca. Nel 1962 la vita dell’ex imprenditore subisce una svolta: Moshe Bejski, l’uomo che ha creato il Giardino dei Giusti dello Yad Vashem, convinto dell’importanza di mostrare gratitudine e riconoscimento per l’azione di chi aveva rischiato tutto per salvare la vita di molti ebrei, lui compreso, lo strappa dalla bancarotta e lo invita in Israele, dove Schindler riceve un caloroso benvenuto e viene onorato Giusto tra le Nazioni dallo Yad Vashem nel 1967.

Oskar Schindler è una figura controversa: per molti rappresenta la parte più corrotta del sistema nazista avida e opportunista, ma la sua essenza si rivela quando, durante le riprese di un documentario della tv tedesca, gli viene chiesto perché avesse più volte rischiato la propria vita e lui risponde: “Es gab keine andere Moeglichkeit” [Non c’era altra possibilità]. Muore di infarto nel 1974 a Francoforte, in un modesto appartamento.


Bibliografia essenziale

Enciclopedia dell’Olocausto. "Oskar Schindler" [https://encyclopedia.ushmm.org/content/it/article/oskar-schindler-abridged-article ]

Yad Vashem. "Oskar Schindler" [https://www.yadvashem.org/odot_pdf/Microsoft%20Word%20-%205998.pdf ]

Schindler. La vera storia. Dir. Jon Blair. Rai Storia, 1983 [https://www.youtube.com/watch?v=QaoATWHm1yE].

Giardini che onorano Oskar Schindler

Oskar Schindler è onorato nel Giardino di Terni- Istituto Casagrande - Cesi.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

L’enciclopedia dei Giusti - Shoah e nazismo

sono numerose le storie di salvataggio degli ebrei contro la furia nazista durante la seconda guerra mondiale, ancora poco note o addirittura rimaste sconosciute

Filtra per:

Ci spiace, nessun Giusto corrisponde ai filtri che hai scelto.