Gariwo
https://it.gariwo.net/giusti/shoah-e-nazismo/pasqualina-perrella-24328.html
Gariwo

Pasqualina Perrella (1922 - 2021)

una delle "ragazze dell'anagrafe", che salvarono gli ebrei falsificando i loro documenti

Pasqualina Perrella, scomparsa a San Donato Val di Comino il 25 ottobre 2021 all’età di 99 anni, sarà ricordata nel Museo del Novecento e della Shoah che sarà realizzato a Frosinone insieme agli altri dipendenti comunali che salvarono ebrei internati nel Lazio falsificando dei documenti.

La sua storia verrà infatti custodita in questo luogo perché Perrella, negli anni bui della Seconda guerra mondiale, fu una delle “ragazze dell’anagrafe”, un gruppo di giovani coraggiose che rischiarono la vita per salvare degli ebrei destinati a perire nei campi di sterminio.

Fu un’azione corale, portata avanti da cinque dipendenti comunali - il responsabile dell’ufficio anagrafe, Donato Coletti, Maddalena Mazzola, Rosaria De Rubeis, Carmela Cardarelli - insieme al podestà Gaetano Marini che falsificarono i documenti di alcuni ebrei internarti nel Lazio, evitando che finissero nei campi. Lo stratagemma ideato andò avanti per lungo tempo e diversi ebrei riuscirono a sfuggire al rastrellamento.

Pasqualina descrisse così al Messaggero quei giorni: “Gli ebrei, disperati, venivano a chiederci aiuto al Comune e anche a casa. Noi rilasciavamo a ciascuno di loro documenti falsi. In pochi giorni ne compilammo tanti e tutti presso gli uffici municipali. Si trattava di tesserini verdi, senza foto, sui quali annotavamo semplicemente le generalità. A una donna ebrea attribuii lo stesso nome e cognome di mia sorella”.

Il gruppo corse un grosso rischio per salvare la vita degli ebrei. Pasqualina sfiorò la deportazione ad Auschwitz quando, il 6 aprile 1944, venne prelevata dalla sua abitazione dai tedeschi e interrogata presso il locale comando.

Fu riconosciuta come una delle artefici delle falsificazioni e venne portata al camion che l’avrebbe deportata ad Auschwitz insieme agli altri ebrei arrestati. La sua fortuna, nel tremendo destino a cui furono condotte quelle persone, fu che il camion era pieno e lei fu lasciata a terra, salvandosi così la vita.

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

L’enciclopedia dei Giusti - Shoah e nazismo

sono numerose le storie di salvataggio degli ebrei contro la furia nazista durante la seconda guerra mondiale, ancora poco note o addirittura rimaste sconosciute

Filtra per:

Ci spiace, nessun Giusto corrisponde ai filtri che hai scelto.