English version | Cerca nel sito:

Interviste

IS: l'orrore del totalitarismo islamista

La fine terribile del pilota giordano Moaz al-Kasasbeh, bruciato vivo dagli jihadisti dello Stato Islamico dopo la decapitazione di altri ostaggi, conferma la strategia del terrore del Califfato i cui primi destinatari sono i Paesi musulmani, come dice l'inviato de La Stampa Domenico Quirico intervistato da Gariwo.


"Nei miei libri svelo l'identità armena"

Intervista a Dogan Akhanli, scrittore imprigionato in Turchia che nei suoi libri ha narrato lo svelamento dell'identità armena di personaggi turchi e curdi apparentemente lontani da quella cultura. Akhanli, che si è battuto per la verità sull'omicidio di Hrant Dink e per la memoria del genocidio armeno, verrà onorato il 6 marzo a Berlino in occasione della prossima Giornata Europea dei Giusti. 


​Il “giusto” apprezzamento della sensibilità

Charlie Hebdo torna in edicola il 25 settembre. L'ultima triste copertina segnava dunque solo una pausa. Sulla tutela costituzionale, e i limiti, della libertà d'espressione in Italia abbiamo sentito Enzo Balboni, Ordinario di Diritto costituzionale all’Università Cattolica del Sacro Cuore.


​“Contro i neonazisti serve più coraggio”

Per capire come la Germania vive il "post-Charlie Hebdo", presentiamo un'intervista esclusiva a Ingo Schulze, scrittore tedesco nato a Dresda nel 1962, che ha narrato la transizione della Germania Orientale e da anni si batte contro i gruppi di estrema destra. 


I Giusti e l'importanza della fiducia

Abbiamo incontrato Paolo Kessisoglu, attore e conduttore televisivo di origini armene, all'iniziativa di Gariwo "Adottare un Giusto. Una forza per il nostro futuro". Insieme abbiamo parlato dell'importanza dei Giusti nell'educazione delle giovani generazioni, e dell'avvicinarsi del centenario del genocidio armeno.


​Coltivare il gusto dell’altro per salvarsi dal fanatismo

Marie Rose Moro è Professore di Etnopsichiatria all’Università Paris Descartes e Primario di una Casa dell’Adolescente nella capitale francese. Gariwo l'ha interpellata sulle derive violente di alcuni giovani, migranti e non, e sulle possibilità di prevenirle. 


Gariwo, la foresta dei Giusti

una onlus al servizio della memoria

L'intento di Gariwo è di accrescere e approfondire la conoscenza e l'interesse verso le figure e le storie dei Giusti, donne e uomini che si sono battuti e si battono in difesa della dignità
Opera dal 1999 ma nasce ufficialmente nel 2001 come Comitato foresta dei Giusti-Gariwo e nel 2009 diventa onlus. È presieduto da Gabriele Nissim. 

Nel 2003 è nato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo al Monte Stella di Milano, che dal 2008 è gestito dall'Associazione per il Giardino dei Giusti, di cui Gariwo fa parte con il Comune e l'UCEI.
Nel 2012, accogliendo l'appello di Gariwo, il Parlamento europeo ha istituito la Giornata europea dei Giusti - 6 marzo. Nel 2017 l'Italia è stato il primo Paese a riconoscerla come solennità civile, istituendo la Giornata dei Giusti dell'Umanità.

I nostri contatti