English version | Cerca nel sito:

Interviste

Il sogno comune di turchi e armeni

"Noi facciamo il sogno comune che un’era di pace tra gli Armeni e i Turchi si apra, nel rispetto della storia e di ciascuno dei nostri popoli.” Inizia così l’appello Noi facciamo un sogno, insieme lanciato poche settimane fa da un gruppo di intellettuali, artisti e docenti francesi di origini armene e turchi francofoni. L'intervista di Gariwo a Gerard Malkassian, docente di filosofia a Parigi e promotore di questo appello. 


In Ucraina fallito il progetto "nuova Russia"

Anna Zafesova, giornalista russa, dal 1992 scrive per il quotidiano La Stampa analizzando le trasformazioni in Russia e nei Paesi ex satelliti dopo la caduta dell'impero sovietico. In questa intervista analizza l'impatto dell'abbattimento dell'aereo della Malaysia Airlines sulla crisi tra Ucraina e Russia e il conflitto interno ucraino.


L'Ucraina vista dalla Polonia

Appena rientrato da Kiev, Konstanty Gebert, giornalista e scrittore tra i più importanti in Polonia, ha parlato con Annalia Guglielmi delle divisioni che attraversano l'Ucraina, dell'impatto in Polonia di questa crisi e delle reali mire del Presidente russo Putin sulla regione e rispetto ai rapporti con l'Unione Europea e la NATO.


Monumenti per difetto: così cambia il rapporto tra architettura e memoria

Monumenti che invece di celebrare, rappresentare ed espropriare, fanno un passo indietro consentendo allo spettatore una elaborazione individuale ed originale della memoria: sono i Monumenti per difetto, protagonisti del recente libro di Adachiara Zevi (Donzelli editore). 


Un monumento contestato

Da diversi giorni Budapest è il centro di una serie di proteste pacifiche. L'oggetto delle manifestazioni è un monumento che il governo Orban voleva inaugurare per celebrare il settantesimo anniversario dell'occupazione nazista del Paese. Ne abbiamo parlato con la traduttrice ungherese Andrea Rényi.


Iraq, le responsabilità dell'Occidente

Alberto Negri, giornalista e inviato de Il Sole 24 Ore, segue da 30 anni le vicende del Medio Oriente; al ritorno da un viaggio nella Siria sconvolta dalla guerra civile analizza la situazione dell'Iraq, minacciato dall'invasione dell'ISIL, che potrebbe disintegrare lo stato.


Gariwo, la foresta dei Giusti

una onlus al servizio della memoria

L'intento di Gariwo è di accrescere e approfondire la conoscenza e l'interesse verso le figure e le storie dei Giusti, donne e uomini che si sono battuti e si battono in difesa della dignità
Opera dal 1999 ma nasce ufficialmente nel 2001 come Comitato foresta dei Giusti-Gariwo e nel 2009 diventa onlus. È presieduto da Gabriele Nissim. 

Nel 2003 è nato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo al Monte Stella di Milano, che dal 2008 è gestito dall'Associazione per il Giardino dei Giusti, di cui Gariwo fa parte con il Comune e l'UCEI.
Nel 2012, accogliendo l'appello di Gariwo, il Parlamento europeo ha istituito la Giornata europea dei Giusti - 6 marzo. Nel 2017 l'Italia è stato il primo Paese a riconoscerla come solennità civile, istituendo la Giornata dei Giusti dell'Umanità.

I nostri contatti