English version | Cerca nel sito:

Interviste

Combattere il negazionismo con il ricordo

Si avvicina il 27 gennaio, Giornata della Memoria. Riconosciuta anche dalle Nazioni Unite, la ricorrenza viene celebrata in modo diverso nei vari Paesi. Abbiamo chiesto ad Antonio Ferrari, editorialista del Corriere della Sera, di spiegarci come viene vissuta la Giornata in Grecia.


L'impianto educativo della Giornata della Memoria

In attesa del meeting Chi salva una vita, salva il mondo intero. Alla ricerca dei Giusti, in programma al Palamandela di Firenze il 27 gennaio prossimo, abbiamo chiesto a Ugo Caffaz, Consigliere per le politiche della memoria della Regione Toscana, un bilancio delle attività organizzate negli ultimi anni per celebrare il Giorno della Memoria.


"Ricordare tutti i giorni"

Il Presidente della Fondazione Armin T. Wegner Ulrich Klan spiega che in Germania non si parla di celebrazioni ma solo di un doloroso ricordo, vissuto nella consapevolezza che la vera riconciliazione può essere offerta solo dagli ebrei. Ai tedeschi spetta commemorare, non solo il 27 gennaio. 


La Giornata della Memoria in Belgio

L'intervista a Frédéric Crahay, coordinatore di Fondazione Auschwitz del Belgio, una onlus fondata dagli ex deportati di questo Paese che mira a diffondere la conoscenza e la memoria dei crimini hitleriani, anche attraverso la preservazione di archivi documentaristici. Nel box trovate le interviste ai responsabili di importanti enti della Memoria degli altri Paesi europei.


Prevenire i genocidi

A 65 anni dall'approvazione della Convenzione sul genocidio, abbiamo chiesto a Marcello Flores, docente di Storia dei Diritti dell'Università di Siena, quali siano gli strumenti - e i limiti degli stessi - creati dalla comunità internazionale per prevenire futuri genocidi.


Le ambizioni di Vladimir Putin

Dal ruolo di Putin nel negoziato per la crisi siriana alle ormai prossime Olimpiadi di Sochi,  Mosca è oggi al centro dei riflettori internazionali. Abbiamo chiesto a Francesco Bigazzi, giornalista, un commento sulle ambizioni del presidente Putin.


Gariwo, la foresta dei Giusti

una onlus al servizio della memoria

L'intento di Gariwo è di accrescere e approfondire la conoscenza e l'interesse verso le figure e le storie dei Giusti, donne e uomini che si sono battuti e si battono in difesa della dignità
Opera dal 1999 ma nasce ufficialmente nel 2001 come Comitato foresta dei Giusti-Gariwo e nel 2009 diventa onlus. È presieduto da Gabriele Nissim. 

Nel 2003 è nato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo al Monte Stella di Milano, che dal 2008 è gestito dall'Associazione per il Giardino dei Giusti, di cui Gariwo fa parte con il Comune e l'UCEI.
Nel 2012, accogliendo l'appello di Gariwo, il Parlamento europeo ha istituito la Giornata europea dei Giusti - 6 marzo. Nel 2017 l'Italia è stato il primo Paese a riconoscerla come solennità civile, istituendo la Giornata dei Giusti dell'Umanità.

I nostri contatti