English version | Cerca nel sito:

Interviste

Contro l'IS l'Europa sbaglia gli alleati

Nella guerra contro il Califfato Europa e Stati Uniti hanno scelto gli alleati sbagliati, Arabia Saudita e Turchia, che hanno sostenuto i gruppi jihadisti. Il riequilibrio della situazione passa attraverso il ripristino dei rapporti politici ed economici con l'Iran, attore strategico nell'area, dice Alberto Negri, inviato de Il Sole 24 Ore nell'intervista.


Islam, educazione contro la violenza

Musulmani, cristiani, ebrei e laici devono essere solidali per battere i fondamentalisti, che puntano alla spaccatura tra mondo islamico e occidente e soffocano la voce dei pensatori e dei giovani impegnati per la pace e la giustizia, dice in questa intervista il teologo musulmano Adnane Mokrani, indicando gli ostacoli esistenti sul percorso di riforma dell'Islam.


"Non sono solo note"

A Roma un albero per il "Giusto" Arturo Toscanini. Con il musicologo Enrico Fubini abbiamo parlato della battaglia "politica" di Toscanini, della sua direzione d'orchestra e del messaggio morale e musicale di cui il Maestro è ancora portatore.


Toscanini: l'amore per la libertà, il coraggio di agire

A Roma sarà dedicato un albero ad Arturo Toscanini "per la sua resistenza a fascismo e nazismo e l'aiuto ai musicisti ebrei perseguitati" e sarà riproposto il concerto della Palestine Orchestra diretto dal Maestro nel 1936. Ne abbiamo parlato con Harvey Sachs, storico della musica, autore della biografia di Toscanini.


Turchia, arrestati gli accademici che chiedono la pace

La minacciosa reazione del Presidente Erdoğan e le misure punitive contro gli accademici, firmatari dell'appello per sospendere il coprifuoco nel sud-est del paese e riavviare le trattative di pace per i curdi, confermano il rischio per la Turchia di trasformarsi in uno stato autoritario, dice l'analista politico Cengiz Aktar intervistato da Gariwo.


​“Daesh e il Front National si alimentano a vicenda”

Lo scrittore e attivista francese Marek Halter ha commentato le elezioni regionali d'oltralpe. Dopo un annus horribilis segnato dal terrorismo, il clima è molto teso. C’è il rischio di una guerra civile. Ma si potrebbe uscire dal terrore con una grande mobilitazione dei musulmani e politiche di contrasto alla disoccupazione. 


Gariwo, la foresta dei Giusti

una onlus al servizio della memoria

L'intento di Gariwo è di accrescere e approfondire la conoscenza e l'interesse verso le figure e le storie dei Giusti, donne e uomini che si sono battuti e si battono in difesa della dignità
Opera dal 1999 ma nasce ufficialmente nel 2001 come Comitato foresta dei Giusti-Gariwo e nel 2009 diventa onlus. È presieduto da Gabriele Nissim. 

Nel 2003 è nato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo al Monte Stella di Milano, che dal 2008 è gestito dall'Associazione per il Giardino dei Giusti, di cui Gariwo fa parte con il Comune e l'UCEI.
Nel 2012, accogliendo l'appello di Gariwo, il Parlamento europeo ha istituito la Giornata europea dei Giusti - 6 marzo. Nel 2017 l'Italia è stato il primo Paese a riconoscerla come solennità civile, istituendo la Giornata dei Giusti dell'Umanità.

I nostri contatti