Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Interviste

"Non sono solo note"

A Roma un albero per il "Giusto" Arturo Toscanini. Con il musicologo Enrico Fubini abbiamo parlato della battaglia "politica" di Toscanini, della sua direzione d'orchestra e del messaggio morale e musicale di cui il Maestro è ancora portatore.


Toscanini: l'amore per la libertà, il coraggio di agire

A Roma sarà dedicato un albero ad Arturo Toscanini "per la sua resistenza a fascismo e nazismo e l'aiuto ai musicisti ebrei perseguitati" e sarà riproposto il concerto della Palestine Orchestra diretto dal Maestro nel 1936. Ne abbiamo parlato con Harvey Sachs, storico della musica, autore della biografia di Toscanini.


Turchia, arrestati gli accademici che chiedono la pace

La minacciosa reazione del Presidente Erdoğan e le misure punitive contro gli accademici, firmatari dell'appello per sospendere il coprifuoco nel sud-est del paese e riavviare le trattative di pace per i curdi, confermano il rischio per la Turchia di trasformarsi in uno stato autoritario, dice l'analista politico Cengiz Aktar intervistato da Gariwo.


​“Daesh e il Front National si alimentano a vicenda”

Lo scrittore e attivista francese Marek Halter ha commentato le elezioni regionali d'oltralpe. Dopo un annus horribilis segnato dal terrorismo, il clima è molto teso. C’è il rischio di una guerra civile. Ma si potrebbe uscire dal terrore con una grande mobilitazione dei musulmani e politiche di contrasto alla disoccupazione. 


Islam: l'Europa dia voce ai riformatori

Il fondamentalismo va combattuto con una lettura riformata della religiosità islamica, che i grandi pensatori musulmani hanno avviato da tempo e l’Europa deve dare voce ai rinnovatori, se vuole sconfiggere gli estremisti, dice in questa intervista Shahrzad Houshmand Zadeh, teologa iraniana, docente di Studi islamici alla Pontificia Università Gregoriana.


L'Indonesia e la paura a 50 anni dal genocidio

A 50 anni dal genocidio indonesiano, abbiamo parlato con il regista Joshua Oppenheimer del senso di colpa dei responsabili, del modo in cui l’Indonesia affronta oggi il suo passato e della possibilità di una riconciliazione tra vittime e carnefici.