English version | Cerca nel sito:

Intervista a Wojciech Soczewica, direttore esecutivo della Fondazione Auschwitz-Birkenau

sull'attività della Fondazione e sui progetti futuri insieme a Gariwo



Gariwo ha incontrato a Milano Wojciech Soczewica, direttore esecutivo della Fondazione Auschwitz-Birkenau, insieme ad Anna Ziarkowska, della Casa degli Incontri con la Storia di Varsavia. In questa intervista abbiamo parlato delle attività della Fondazione Auschwitz-Birkenau e abbiamo riflettuto sul ruolo e sul significato della Memoria oggi e per il futuro.

Abbiamo discusso anche del compito della prevenzione dei genocidi e del valore che possono avere i Giardini dei Giusti in questo senso. La Fondazione Auschwitz-Birkenau collaborerà e la Fondazione Gariwo collaboreranno nella diffusione della memoria come prevenzione di nuove atrocità di massa. 

Quello che è successo ad Auschwitz”, spiega Soczewica, “ci permette di affrontare le questioni odierne legate alla discriminazione razziale, di genere e di orientamento sessuale. Attraverso la memoria vogliamo far conoscere la natura della sofferenza ma soprattutto influenzare le scelte delle generazioni future”.

Sull'attività della Fondazione oggi Soczewica dice che "ogni singolo oggetto è materiale a testimonianza dei crimini della Shoah ed è per questo che, senza alcuna eccezione, tutte le cose devono essere preservate per le generazioni future, perché rimanga prova dei crimini, ma anche per aprire possibilità di imparare partendo dal capitolo più buio della storia e trarne conclusioni per il mondo contemporaneo."

Soczewica ci ha parlato anche di come la Fondazione Auschwitz-Birkenau sta affrontando le difficoltà organizzative dovute alla pandemia da Covid-19; "Il Covid mi ha fatto capire che abbiamo l'opportunità di mettere in atto una transizione verso la tecnologia, perché abbiamo capito che se proviamo a cambiare la modalità in cui raccontiamo la storia dei crimini di Auschwitz e della sue vittime con una piattaforma per i visitatori da remoto, possiamo raggiungere ottimisticamente non solo i 2.3 milioni del pre-pandemia ma anche persone che non sarebbero mai venute per vari motivi. È importante che questa visita guidata sia tenuta però da una persona."

Abbiamo anche parlato di un'iniziativa dal grande significato simbolico che la Fondazione Auschwitz-Birkenau porta avanti: "attorno al periodo delle festività, lo spirito del Memoriale di Auschwitz-Birkenau è quello di mostrare immagini di situazioni drammatiche in contesti umanitari nel mondo; un paio di anni fa abbiamo condiviso la foto di un ragazzo circondato dai soldati cinesi, era un membro della minoranza uigura e dalla foto emergeva la sofferenza di un giovane ragazzo che non capiva la presenza delle forze militari attorno a lui... cerchiamo di evidenziare il semplice fatto che la nostra responsabilità di raccontare la storia e le lezioni della storia, che stiamo costruendo, non è finita nel 1945. Abbiamo il compito, che si basa sulla consapevolezza che alcuni errori di noi esseri umani sfortunatamente si stanno ripetendo, di fare qualcosa per aiutare."

La Fondazione Gariwo e la Fondazione Auschwitz-Birkenau hanno deciso di creare una struttura comune che supporti il Giardino dei Giusti di Varsavia, nato su impulso di Tadeusz Mazowiecki, ex primo ministro polacco e tra i fondatori di Solidarność, sul terreno del Ghetto. Sulla collaborazione con la Fondazione Gariwo per il Giardino dei Giusti di Varsavia e per progetti futuri Soczewica sottolinea che: "abbiamo parlato della possibilità di costruire un'entità, magari una fondazione, che possa realizzare attività simili a quelle che Gariwo porta avanti qui a Milano."

A cura di Helena Savoldelli

12 gennaio 2021

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.