English version | Cerca nel sito:

Taking Root

il film su Wangari Maathai



La storia di Wangari Maathai, prima donna africana a ricevere, nel 2004, il Premio Nobel per la pace per il suo contributo alle cause dello sviluppo sostenibile, della democrazia e della pace.
Fondatrice del movimento ecologista Green Belt Movement, con cui fa piantare in Kenya e in altri Paesi africani più di 30 milioni di alberi, si decida anche alla difesa e all'emancipazione di donne e bambini.

"Le donne non avevano legna da ardere, né abbastanza acqua - racconta Wangari nel video -. Quindi ho detto loro 'perché non piantare alberi?'.
In poco tempo, le comunità divennero in grado di seminare e far crescere piante per le proprie necessità. Quando le donne hanno iniziato, nessuno le infastidiva, perché nessuno le prendeva sul serio. Poi il governo ha capito che stavamo in qualche modo “organizzando” le donne, e ha iniziato a interferire con le nostre attività. 'Vogliono degradare la tua femminilità', mi dicevano dopo gli attacchi e gli insulti, e io rispondevo 'usiamo la sola anatomia che conta da adesso in poi, dal collo in su'.
Sono le persone che devono salvare l’ambiente e far cambiare i propri leader. Per questo dobbiamo batterci per quello in cui crediamo".

10 gennaio 2019

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.