Giardino di Pistoia

Le persone in GariwoNetwork
Mauro Matteucci

Inaugurato sabato 16 novembre 2013, il Giardino dei Giusti di Pistoia è costituito da un piccolo spazio erboso e un grande ulivo posti accanto alla Chiesa di Santa Maria Maggiore in Vicofaro. Dieci i Giusti onorati, i cui nomi sono incisi sulle pietre collocate nel prato.

Sorto su iniziativa del Centro Studi Giuseppe Donati e del Centro di Documentazione e di Progetto Don Lorenzo Milani, è stato inaugurato alla presenza delle autorità cittadine, di alcuni familiari dei Giusti -  tra cui Elisabetta Baldi, moglie di Antonino Caponnetto, ed Egidia Beretta, mamma di Vittorio Arrigoni - di ospiti italiani e stranieri e di molti bambini delle scuole primarie, protagonisti attivi dell’iniziativa. Presenti anche Pietro Kuciukian, console onorario della Repubblica di Armenia, e Anna Maria Samuelli, entrambi fondatori di Gariwo, la foresta dei Giusti

Il Giardino dei Giusti a Pistoia è un progetto di memoria e di etica che tende ad unire laici e credenti a partire dall’esempio di figure morali che pur nella loro diversità sono unite nell’impegno di promuovere gli ideali di giustizia, solidarietà e verità.

Durante la cerimonia il presidente del Centro Studi Donati, Giancarlo Niccolai, ha ricordato il valore esemplare per le nuove generazioni di una cultura della pace, della solidarietà e dell’accoglienza, mentre Mauro Matteucci del Centro di Documentazione Don Milani, ha sottolineato che l’iniziativa propone un percorso etico e educativo, che ha come punto di partenza uno dei pensieri più alti del maestro di Barbiana: “Ogni anima è un universo di dignità infinita”. “I Giusti onorati oggi appartengono ad ognuno di noi, al nostro futuro e “Giusto” non è solo colui che sa dire di no al male ma è anche colui che sa orientare la società al bene”, ha aggiunto Matteucci.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Le figure onorate in questo Giardino

Ultimi post

Riflessioni

I Curdi un popolo di Giusti

di Mauro Matteucci (Giardino di Pistoia)

L’invasione dell’esercito turco nei territori siriani da secoli abitati dai Curdi rappresenta un attacco gravissimo contro i legittimi diritti di un popolo – ancora senza Stato, nonostante rappresenti venti milioni - la cui lotta eroica per costruire una società più giusta e più equa basata sul

Riflessioni

Lampedusa 3 ottobre 2013

di Mauro Matteucci (Giardino di Pistoia)

"Le donne e i bambini che riempiono le stive muoiono per primi. Li ritroveranno abbracciati, con le mani delle donne messe a coppa sulla bocca dei bambini per farli respirare qualche secondo in più, per impedire all'acqua di entrare nei polmoni." (A.Leogrande. La frontiera)

Nel giorno dell'anniversar

Veglia laica di memoria e di resistenza. Vicofaro 31 luglio 2019

di Mauro Matteucci (Giardino di Pistoia)

carica altri post