English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

Arrestata la Madre Coraggio di Tien An Men

Agli arresti Ding Zilin, la Madre Coraggio del 1989. Di recente aveva dichiarato: "Con la condanna di Liu Xiaobo era iniziato il crollo morale del regime comunista cinese. Ma dopo questo premio sappiamo che il processo è irreversibile". La compagna del Premio Nobel Liu Xiaobo ha invitato su Twitter a sostenere la donna. Intervista all'interno.


Mostra "Nulla va perduto" su Pavel Florenskij

18-22 ottobre 2010 - Università Cattolica di Milano. Tra i chiostri dell'ateneo un' esposizione dedicata alla figura del grande intellettuale russo, curata da Adriano Dell'Asta e L’ubomir Žák, realizzata in collaborazione con la Fondazione Russia Cristiana.


Terre insanguinate: l'Europa tra Hitler e Stalin

Esce negli Stati Uniti il libro di Timothy Snyder dal titolo Bloodlands: Europe Between Hitler and Stalin, edito da Basic Book. Una recensione su The Economist.
Secondo l'autore “Hitler e Stalin hanno condiviso una certa politica tirannica; hanno causato catastrofi, incolpato il nemico da loro designato e quindi utilizzato la morte di milioni di persone per sostenere che le loro politiche erano necessarie o desiderabili".


Sakineh, arrestati il figlio e l'avvocato - il regime temeva le loro denunce

Aggiornamento 14 ottobre 
Incarcerati il figlio e il legale di Sakineh Mohammadi Ashtiani. L'Iran vuole le mani libere sul caso della donna scampata alla lapidazione grazie alla mobilitazione internazionale, ma ancora minacciata di impiccagione. Dei due uomini, che al momento del fermo stavano rilasciando un'intervista, non si hanno più notizie. 


La felicità di Václav Havel per il Nobel a Liu Xiaobo

Editoriale di Gabriele Nissim, Presidente Gariwo - la foresta dei Giusti

C’è oggi una persona particolarmente felice per il premio Nobel a Liu Xiaobo. È Václav Havel che a trent’anni dalla nascita del movimento di Carta ‘77 ha visto come la sua esperienza di resistenza al totalitarismo ha acquisito


Nasce a Milano "Mayors for Peace"

Aggiornamento 19 ottobre

Il seminario promosso dal CIPMO si è concluso con la decisione di costituire un coordinamento comune di sindaci israeliani e palestinesi e di organizzare ad Ashkelon un grande meeting di primi cittadini dei due Paesi. 


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

Multimedia

The Third Half - Kino Oko Production, Macedonia

la deportazione degli ebrei macedoni a Treblinka

La storia

Bärbel Bohley

eroina della resistenza nella Germania dell'Est