English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

Srebrenica, fu genocidio

Prime due condanne per il crimine di genocidio. 
L'eccidio di Srebrenica è da inquadrare come episodio di un piano volto a realizzare un genocidio.
A quindici anni dal massacro emesse le sentenze nei confronti dei sette ufficiali dell'esercito serbo-bosniaco accusati di crimini contro l'umanità, violazione delle usanze di guerra e genocidio.


“Stalingrado è la catastrofe del male”

Un appunto manoscritto e firmato dallo scrittore è stato ritrovato dallo studioso Pietro Tosco che lo pubblica sulla rivista "La Nuova Europa" con un'ampia analisi del testo.
Nel documento una riflessione amara sulla vittoria di Stalingrado che evidenzia un parallelismo tra questa battaglia e la Shoah.


21 anni da piazza Tienanmen

L'Amministrazione USA ricorda i fatti del 1989 e lancia un appello a favore dei dissidenti ancora detenuti, ma Pechino vieta ogni commemorazione. Censurato un fumetto che ricorda la repressione, arrestati i giovani che hanno portato in piazza la "dea della democrazia".


“Signore e signori, il 4 giugno 1989 in Polonia è finito il comunismo”

Editoriale di Annalia Guglielmi, collaboratrice di Gariwo ed esperta di Europa dell'Est

Le immagini della caduta del Muro di Berlino il 9 novembre 1989, e della folla festante che correva lungo il viale degli Under Linden, che tutti abbiamo seguito con emozione alla televisione, sono rimaste nella memoria europea come l’


Rilasciato il regista iraniano Jafar Panahi

Liberato con una cauzione il cineasta dissidente arrestato a marzo. Per protesta aveva iniziato da alcuni giorni lo sciopero della fame. Nelle ultime settimane appelli da tutto il mondo per la sua scarcerazione, dai registi e attori di Hollywood e dal Festival di Cannes, a cui era stato invitato nella giuria.


I Giusti, il totalitarismo e la coscienza europea

Incontro che chiude il primo Concorso nazionale organizzato dal Liceo scientifico Fermi per l'Accordo di Rete "Storia e Memoria" in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione.


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

Il libro

Stalin

Lev Trockij

La storia

Hu Jia

giornalista, ideatore della “lettera dei mille”