English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

Antisemitismo: il giorno della vergogna in Germania

Una serie di attacchi antisemiti, avvenuti in concomitanza con il riesplodere del conflitto israelo-palestinese, stanno provocando sdegno e paura in Germania. Sabato, in occasione della commemorazione del “Nakba Day”, un mare di odio ha invaso le strade e le piazze tedesche, oltre naturalmente al web...


Il trasferimento di Radovan Karadžić e l’impegno di Gariwo per i Giusti della pulizia etnica dei Balcani

Mercoledì 12 Maggio 2021 il British Foreign Office – il ministero per gli Affari Esteri britannico – ha detto che Radovan Karadžić, ex presidente della Repubblica Serba di Bosnia, sarà trasferito in una prigione britannica. La pulizia etnica dei Balcani coinvolge Gariwo nel profondo. Da tanti anni collaboriamo con Svetlana Broz per la memoria della pulizia etnica dei Balcani, raccogliendo storie che vedranno a breve la luce in una Enciclopedia del Giusti.


La soluzione alla violenza deve essere strategica

Io mi aspetto che noi, come parte forte e sovrana, ci assumiamo una responsabilità. Il governo israeliano deve dar forma a una politica completa per la questione palestinese, incentrata sulla diplomazia strategica con la leadership palestinese dedicata a trovare una soluzione al conflitto e che ci liberi da schemi futili e ripetitivi. Allo stesso tempo, dobbiamo promuovere una vera uguaglianza per i cittadini palestinesi di Israele. Altrimenti, gli estremisti correranno ancora una volta a riempire il vuoto creato dal nostro governo.


Milano, il Consiglio comunale approva le proposte di Gariwo al Parlamento sulla prevenzione dei genocidi

Il Consiglio comunale di Milano ha approvato un ordine del giorno con il quale invita il Sindaco e la Giunta a chiedere al Parlamento italiano di sostenere le tre proposte che Gariwo ha presentato nel Giorno della Memoria alla Commissione esteri della Camera e che hanno ottenuto il consenso unanime di tutte le forze politiche.


Rassegna stampa | Giornata mondiale della libertà di stampa 2021 al Giardino dei Giusti

Il resoconto su stampa e tv dell'iniziativa con i giornalisti del 3 maggio


La Francia e l'Affaire Sarah Halimi

Certo la Francia di oggi è ben diversa da quella che condannò il capitano Alfred Dreyfus. Ma anche oggi qualcosa non va. Il dibattito e la mobilitazione (oltre 25 mila persone in piazza a Parigi domenica 25 aprile) sull’Affaire Sarah Halimi esprimono la necessità di cambiare la legge e anche la mentalità di chi è chiamato a farla rispettare.


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

Multimedia

Accadde in Aprile

di R. Peck (2005)

La storia

Miklós Duray

scrittore diritti delle minoranze