English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

Una memoria responsabile

Editoriale di Gabriele Nissim, Presidente Gariwo - la Foresta dei Giusti

Nel Giorno della Memoria ebrei e non ebrei si ritrovano con la preoccupazione che la lontananza dagli avvenimenti della Shoah possa rendere sempre più labile il ricordo e che la progressiva scomparsa dei testimoni faccia venire meno il


Anniversario Holodomor - 28 novembre 1932

Il quarto sabato di novembre è il Giorno del Ricordo dedicato alle vittime dell’Holodomor, il genocidio avvenuto tra il 1932 e il 1933 in Ucraina per mano dell'Unione Sovietica.
Alla base dello sterminio per fame la resistenza della popolazione al piano di collettivizzazione rurale.
Molte le iniziative in tutto il mondo: commemorazioni in Canada, a Roma cerimonia in Campidoglio, celebrazioni al memoriale di Kiev. 

All'interno testimonianza di un sopravvissuto: intervista a Victor Rojenko


Condannate le compagne di Lubna

Le donne arrestate con Lubna Hussein per aver portato i pantaloni sono state condannate alle nerbate e al pagamento di 100 dollari di multa.


Storico accordo tra Turchia e Armenia

Siglato a Zurigo il protocollo che mira a normalizzare, dopo anni di gelo, le relazioni diplomatiche tra i due Paesi. Alla cerimonia sono intervenuti i rappresentanti dell'Unione Europea, di Usa, Francia, Russia, Svizzera. Per il Console armeno Pietro Kuciukian il protocollo è simbolo della "volontà di rinnovarsi".


Da Bucarest a Lipsia testimonianze sul comunismo

Editoriale di

Lo scrittore Ingo Schulze ricorda il 9 ottobre e le proteste che portarono alla fine della Ddr.
Herta Müller, premio Nobel per la letteratura, ricorda il Lager come parola simbolo sia del nazismo che del comunismo nel


Marek Edelman, eroe del Ghetto

Editoriale di Francesco M Cataluccio, scrittore e curatore editoriale - tratto da "Il Sole 24 Ore"

Marek Edelman, è morto venerdì sera a Varsavia, all’età di 87 anni, circondato dai suoi amici. Era uno dei pochi sopravvissuti dell’eroica insurrezione del Ghetto di Varsavia, nella primavera del 1943: uomini e donne che, certi di


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

Multimedia

La battaglia culturale contro il terrorismo fondamentalista islamico

Olivier Roy, Alberto Negri, Hamadi ben Abdesslem, Hafez Haidar

La storia

Don Enrico Sciaccaluga

stratega dell’economia e della solidarietà