English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

In Israele tra gli arabi pochi contagi e decessi da Covid-19

Pur essendo il 21% della popolazione gli arabi israeliani rappresentano solo il 2% dei decessi da COVID-19 e il 6% dei contagi. Un risultato dovuto a una collaborazione senza precedenti tra autorità locali, leader politici e cittadini che potrebbe portare a cambiamenti sociali dopo la fine della crisi, dice il quotidiano Haaretz.


Zhang Xuezhong e la libertà di espressione in Cina

Zhang Xuezhong è ritornato alla sua casa di Shangai dopo esser stato detenuto per un documento condiviso online in cui ha criticato il governo. Secondo l’accademico, il Covid-19 ha messo in chiara luce l’arretratezza del sistema di governo che ha dimostrato - con la persecuzione delle persone che avevano denunciato a dicembre lo scoppio dell’epidemia - quanto sia dura e arbitraria la repressione nei confronti dei cittadini nel Paese.


Il coronavirus rafforza la popolarità degli autocrati europei

Il bisogno di sicurezza, tipico delle fasi dominate dalla paura come l'attuale, viene abilmente sfruttato dai governi autoritari per rafforzarsi, secondo l’analisi di Reporting Democracy pubblicata da Balkan Insight. L'Ungheria è classificata da Freedom House come l’unico Stato non democratico nella UE.


USA, immunologo rimosso per aver difeso il ruolo della scienza

Rick Bright, ex capo dell'Agenzia federale per la ricerca sui vaccini e le terapie (BARDA), aveva dato l'allarme a gennaio per la pandemia da Covid-19 e criticato l'uso della clorochina come terapia, opzione invece apertamente sostenuta dal Presidente Trump. È stato emarginato e rimosso dall'incarico, come ha testimoniato alla Camera dei rappresentanti.


Cina: Covid-19 e diritti minacciati

È una lista troppo lunga quella delle azioni irresponsabili. In un momento in cui tutti i governi sono chiamati a scegliere tra la collaborazione internazionale e la chiusura nazionalistica, tra la tutela della vita e dei suoi equilibri o quella di altri interessi, il contributo individuale per il bene comune ha un significato importante, anche se, come nel caso di Wenliang, non sempre viene accolto con entusiasmo.


Silvia Romano: comprendere il fondamentalismo, senza perdere la tenerezza

Trovo ingiustificabile che si sia usata Silvia Romano come trofeo politico da esibire come successo della nostra diplomazia o che si speculi sul suo corpo velato per affermare che lei si è piegata all’Islam e quindi non meriti un sentimento di solidarietà.
In entrambi i comportamenti, che apparentemente sembrano così distanti, manca del tutto il rispetto per chi è stato una vittima.


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

Multimedia

Benvenuti a Sarajevo

Clip del film di M. Winterbottom su Sarajevo assediata

La storia

Ubaldo Pesapane

lo "scrivano" di Flossenburg che aiutò gli ebrei