English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

Iraq a una prova difficile, tra COVID-19 e instabilità politica

L'Iraq deve affrontare l'emergenza COVID-19. Adnan Al-Zurfi, incaricato di formare il nuovo governo, non avrà un compito facile. Ne parliamo con Andrea Plebani, ricercatore dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e dell'ISPI, autore del volume «La terra dei due fiumi allo specchio. Visioni alternative di Iraq dalla tarda epoca ottomana all'avvento dello «Stato islamico» (editore Rubbettino).


​Una storia d’amore, sport e dissenso

I motivi per cui l’unione tra Dana ed Emil è unica nella storia sono molteplici. In una vita insieme hanno fatto la rivoluzione, scritto la storia delle Olimpiadi e sfidato le maglie di un regime totalitario. Senza mai perdere la tenerezza.


Iran, dubbi sulle dimensioni dell'epidemia COVID-19

A due giorni da Nowruz, Capodanno Persiano, l'Iran combatte una dura battaglia contro l'epidemina, che non rallenta. Dubbi sui dati ufficiali del contagio, contestati dal calciatore Mohammad Mokhtari, che critica la gestione dell'emergenza e viene arrestato. Nomi eccellenti tra i contagiati e le vittime del virus.


Joe Heydecker: un eroe attraverso la fotografia

Julius "Joe" Heydecker documentò con la fotografia la vita nel ghetto della città di Varsavia e le sue rovine dopo la Guerra. Riuscirà a pubblicare le centinaia di foto raccolte soltanto nel 1981, a coronamento di un incessante lavoro in nome della verità e della dignità umana.


Igor Trocchia, la solitudine di un allenatore contro il razzismo

Un anno fa Mattarella lo ha nominato Cavaliere per il suo impegno nel difendere un suo calciatore durante un grave atto razzista. Oggi Trocchia denuncia la fragilità del calcio italiano, troppo blando nel contrastare le discriminazioni e nel formare allenatori in grado di tutelare i calciatori dal razzismo dilagante. 


La tregua a Idlib è necessaria per evitare un conflitto più ampio

La trattativa Turchia-Russia deve raggiungere un accordo sicuro per evitare che il conflitto tra il Presidente turco Erdogan e il Presidente siriano Assad degeneri in uno scontro più grave tra la Turchia, che da anni tenta di eliminare Assad, e la Russia, da sempre al fianco di Damasco.


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

La storia

Leonida Calamida

il partigiano che rischiò la vita per recapitare i documenti falsi agli ebrei in fuga