Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

Pavel Florenskij e i fili invisibili che portano alla sapienza del cuore

Agli inizi del duemila ho cominciato ad interessarmi degli scrittori perseguitati nell’Unione Sovietica; mi sembrava importante documentarmi sulle vittime del totalitarismo comunista, ancora non del tutto radicate nella memoria collettiva. Pavel Florenskij, uno dei più significativi pensatori del Novecento, mi ha letteralmente affascinato. Di Marina Argenziano


I dilemmi della memoria

Esiste un grande dilemma per chi è sopravvissuto ad un genocidio. Deve rivolgersi esclusivamente al passato e assumersi una responsabilità, o deve rivolgere lo sguardo al presente per impedire che un nuovo genocidio si ripeta? Deve fare rivivere con la memoria le vittime nel tempo presente, o deve impegnarsi per salvare ed aiutare chi rischia di soccombere oggi? 


"Cittadini di Hong Kong, venite a giocare a calcio con noi"

Dal 2016 esiste la squadra "All Black FC", banco di prova delle capacità di integrazione e della "buona immagine" degli africani a Hong Kong.


Un sogno realizzato

Petr Ginz era un ragazzo ebreo di appena 16 anni che, prima di morire ad Auschwitz, consegnò al mondo disegni e scritti di grande speranza, tra cui l'immagine della luna, che avrebbe voluto esplorare se avesse potuto continuare la sua giovane vita. Oggi, grazie all'astronauta americano Andrew Feustel, il suo sogno è diventato realtà.


Le leggi razziali a Milano

Sono trascorsi 80 anni dalle leggi razziali. Nel 2017 è stato approvato un Ordine del giorno per promuovere la ricerca negli archivi del Comune di Milano dei nomi di quanti furono espulsi da quest’istituzione perché di origine ebraica. Da tale studio è emerso che almeno 15 dipendenti furono licenziati e 4 di loro deportati ad Auschwitz (uno morì durante la deportazione). Di Diana De Marchi e Virginia Invernizzi


Tunisia, il Parlamento non rinnova la Commissione di Verità

La denuncia della giurista Farah Hached, autrice di un libro sulla difficile costruzione della democrazia nel Paese dove tuttavia, per lo meno, esiste da alcuni anni grazie anche a Gariwo un giardino dei Giusti, nella sede dell'ambasciata italiana. 


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

Il libro

Tutte le mie mamme

Renata Piatkowska

Multimedia

Canzone per Nasrin Soutoudeh

dissidente iraniana in carcere a Evin

La storia

Dith Pran

giornalista, fotografo e attivista dei diritti umani