English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

Convegno internazionale "Armeni e turchi, una vicenda millenaria"

Fondazione Giorgio Cini - Isola di S. Giorgio Maggiore - 28-30 ottobre 2004
Sui rapporti tra Armeni e Turchi prima e dopo il Metz Yeghern, tra negazionismo e memoria.


Atti del Convegno "I Giusti nel GULag"

Pubblicato il volume "Storie di uomini giusti nel Gulag". 
Ed. Bruno Mondadori.
Contiene le relazioni del convegno di Milano del dicembre 2003 e una introduzione di Gabriele Nissim.


L'Islam moderato contro il fondamentalismo

30 aprile 2004 - Parlamento Europeo 
Convegno dell'Istituto Italiano di Cultura e della Fondazione Corriere della Sera
Interventi di giornalisti, studiosi, esponenti del mondo arabo e occidentale


A Bellaria due querce per i Giusti

Il 24 aprile 2004 due querce del Parco Urbano saranno dedicate al maresciallo dei Carabinieri Osman Carugno e all'albergatore di Bellaria Ezio Giorgetti, che nascosero e protessero un gruppo di ebrei in fuga tra la fine del 1943 e la Liberazione.


Convegno I Giusti nel GULag

Milano, 9-10-11 dicembre 2003, Teatro Parenti - organizzato da Gariwo. Interventi dei dissidenti dell'ex URSS e della vedova Sacharov. Grande partecipazione delle scuole. Articoli sui maggiori quotidiani e servizi TV. 
La pubblicazione degli atti nell'autunno 2004. 
In rete alcune relazioni in italiano e in russo


Mostra e convegno a Siena

Mostra fotografica e convegno su Armin Wegner e gli armeni in Anatolia, 1915


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

Multimedia

La battaglia culturale contro il terrorismo fondamentalista islamico

Olivier Roy, Alberto Negri, Hamadi ben Abdesslem, Hafez Haidar

La storia

Enrico Calamai

vice console che ha salvato 300 persone dalla dittatura militare