English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni

In India il Covid-19 riaccende l'ostilità verso i musulmani

I musulmani sono ritenuti responsabili di parte dei contagi per un raduno religioso tenuto in marzo. Secondo gli esperti il governo è stato lento ad agire contro il virus. Caritas India e altre organizzazioni umanitarie si mobilitano per dare soccorso.


Il virus ci ricorda che quello che succede agli altri si ripercuote su di noi

Carlotta Sami (UNHCR): "È chiaro che questo è il momento peggiore per fare discriminazioni, per dire “prima noi e poi loro”. Solo con misure condivise disponibili per tutti possiamo proteggere ciascuna persona". 


Helin Bölek, attivista e cantante turca, muore dopo lo sciopero della fame

Componente del gruppo di musica folk di sinistra Grup Yorum, ha spinto fino alle estreme conseguenze la protesta contro gli arresti e altre forme di repressione da parte del governo, che accusava i musicisti di complicità con un gruppo terroristico di estrema sinistra marxista-leninista.


Negare, accusare: l'uso distorto del COVID-19 nei media pro-Trump

Dubbi, cinismo e disinformazione sul coronavirus si sono radicati tra i commentatori di destra più famosi che sostengono Trump e hanno trasformato la pandemia da COVID-19 in una battaglia tra “noi e loro”. Lo scrive Jeremy W. Peters in un editoriale pubblicato sul quotidiano The New York Times.


Africa, donne e Covid-19

"Il mondo intero sta affrontando la pandemia di coronavirus. Dobbiamo prepararci al peggio, evitare un'enorme diffusione del virus e una moltiplicazione dei casi in RDC." Con questo appello Denis Mukwege si rivolge alla popolazione della Repubblica Democratica del Congo, aprendo l'ospedale Panzi per le vittime di Covid e allarmando sulla questione di genere di fronte all'epidemia.


​Ruanda, i Giusti e la speranza per l’umanità

Il massacro in Ruanda è durato solo 100 giorni. Migliaia di Tutsi sono stati torturati e violentati e migliaia hanno visto morire i propri cari. Da adolescente, sono stato ferito durante questo genocidio e ho visto i miei cari assassinati. Una banda di assassini stava per uccidermi: sono sopravvissuto perché un uomo si è gettato sopra di me per parare il colpo con il suo corpo...


Persecuzioni, torture, massacri

la violazione dei diritti umani

L'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata a Parigi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, recita:
"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il giorno precedente la stessa Assemblea Generale aveva approvato a New York la Convenzione sulla prevenzione e la condanna del crimine di genocidio, definito come l'intenzionale distruzione, in tutto o in parte, "di un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso", con la nota esclusione dei gruppi politici per l'opposizione dei Paesi del blocco sovietico, che temevano di essere coinvolti nelle accuse per le persecuzioni degli avversari (i cosiddetti nemici del popolo condannati ai lavori forzati nei gulag).

leggi tutto

 

La storia

Yuri Bandachevsky

scienziato anatomopatologo dissidente sovietico