English version | Cerca nel sito:

Africa

Attentato in Congo, tre uomini uccisi in un Paese devastato da conflitti e violenze

Da ieri una tremenda e inaspettata notizia è entrata nelle nostre case in mezzo al caos mediatico di questo periodo, tre persone hanno perso la vita nella Repubblica Democratica del Congo durante un attentato a un convoglio Onu nella zona di Goma in circostanze non ancora chiarite: l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e l’autista che li accompagnava. Non ci sono al momento certezze riscontrabili su quello che sia realmente successo, c’è molto di cui parlare però sulla situazione del Paese che da decenni convive con instabilità violenza e sfruttamento.


Amanuel Asrat, giornalista dissidente arrestato dal regime eritreo. Da 19 anni non si hanno sue notizie

Fu arrestato il 23 settembre 2001 insieme ad altri 16 giornalisti per aver riportato sul suo quotidiano la G-15, una lettera aperta di eminenti politici eritrei che condannava le azioni del presidente Isias Afewerki e del suo regime. A quanto risulta è trattenuto dalle autorità eritree in una località segreta. Il governo si rifiuta di rivelare la sua posizione esatta o dettagli sulla sua salute.


Sudan, tra crisi economica ed epidemia da COVID-19

In Sudan la diffusione del COVID-19 è ancora contenuta, ma le restrizioni imposte per frenare il contagio si sommano alla crisi economica e alla difficile transizione politica del dopo-Bashir. Tornano le proteste di piazza contro il rincaro dei beni alimentari e il governo ha urgente bisogno di risorse per potenziare la sanità.


La Casa degli schiavi di Gorée, un simbolo più grande della storia

Ogni anno centinaia di migliaia di afroamericani visitano l'isola senegalese alla ricerca delle proprie origini. Eppure, secondo gli esperti, il ruolo simbolico e identitario di Gorèe potrebbe andare a discapito di uno studio approfondito della storia della tratta degli schiavi africani.


La distruzione di Timbuctu: un crimine di guerra

Per la prima volta la Corte Penale Internazionale ha espresso una sentenza per il crimine di distruzione del patrimonio culturale. Ahmad al-Mahdi, membro di un gruppo jihiadista legato ad Al Qaeda nel Mali, è stato infatti condannato a 9 anni di carcere per aver distrutto i santuari di Timbuctu durante il conflitto iniziato nel 2012.


Hissène Habré: il processo giunge a conclusione

Dopo vari rinvii, il processo per l'ex dittatore del Chad giunge a conclusione, con un verdetto atteso per il 30 maggio. Nel procedimento, fondamentali i racconti degli oltre 90 testimoni.