English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

In Arabia Saudita c'è la caccia alle streghe

Amina bint Abdul Hamid bin Salem Nasser è stata decapitata con l'accusa di stregoneria e magia. La notizia arriva dal Ministero dell'Interno, che non fornisce ulteriori dettagli. È la seconda esecuzione con questo capo di imputazione.


Siria, Human Rights Watch fa i nomi dei funzionari violenti

L'associazione britannica ha fatto presentato denuncia all'Aja contro 74 alti dirigenti e scherani del regime di Assad che hanno "ordinato o permesso uccisioni, torture e arresti illegali" durante la repressione che ha insanguinato il Paese. Lo scopo è di incentivare le diserzioni e gli atti di insubordinazione. 


Siria di sangue

Il regime di Assad ha ucciso più di 5 mila persone. È questa la drammatica denuncia dell'ONU che lancia un allarme sulla situazione del Paese. E anche per i dissidenti in esilio non mancano minacce e intimidazioni.


La Primavera araba al centro del Premio Sacharov

Il 10 dicembre, anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, nel corso di una cerimonia solenne a Strasburgo il Parlamento Europeo i Premi Sacharov agli attivisti della Primavera araba Asmaa Mahfouz Ahmed al-Zubair Ahmed al-Sanusi. Razan Zaitouneh, Ali FarzatMohamed Bouazizi. All'interno un breve profilo di Sacharov e dei vincitori del prestigoso premio a lui intitolato. 


La Birmania nella stretta dell'odio razziale

Secondo la BBC l'etnia Rohingya della Birmania è "una delle più perseguitate al mondo". Si tratta di una piccola popolazione di fede islamica ridotta in semi-schiavitù o ammassata in campi profughi fatiscenti. Numerose sono le violenze dei "birmani puri" contro questi indigeni privati della terra e della cittadinanza. 


La Dichiarazione universale compie 61 anni

Il 10 dicembre 1948 l'Assemblea Generale dell'ONU approvava la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo. All'interno ricordiamo gli articoli 2, 5, 19 e 21 rispettivamente sulla non discriminazione, il divieto di torture, la libertà di espressione e la libertà di partecipazione alla vita politica, tutti diritti ancora oggi calpestati ovunque nel mondo. 


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Dawson: Isla 10

Film sul lager dei golpisti cileni, dalle memorie di Sergio Bitar

La storia

Máxima Acuña

L'attivista peruviana in lotta contro la "Yanacocha"