English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

Il grido di Amina

Una ragazzina è stata costretta a sposare l'uomo che l'ha violentata e in seguito si è tolta la vita. In Marocco proteste contro la legge che permette questa pratica.


8 mila morti in Siria

È altissimo il bilancio delle vittime della repressione di Assad. E ai confini della Siria vengono piazzate le mine antiuomo. Da Shady Hamadi una lettera aperta al Papa.


Ecco chi mette a tacere Internet

Reporter senza frontiere pubblica un rapporto sui Paesi che bloccano la libertà della rete nella Giornata mondiale contro la censura del web.


Nascere donna oggi

Ci sono ancora troppi Paesi nel mondo dove nascere femmina non è una fortuna. Vediamo la situazione di qualche contesto.


La situazione in Afghanistan

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Hussein Obama si trova in una situazione delicata alla fine di questo febbraio 2012 dopo quasi una settimana di sollevazione popolare innescata in quasi tutto l’Afghanistan dalla distruzione in un falò, ad opera di alcuni militari americani di stanza nella base militare americana di Bagram, di alcune copie del Corano. Analisi di Pietro Somaini.


Capodanno in silenzio

Oggi in Tibet non ci sono festeggianti dedicati all'inizio del nuovo anno: l'avvicinarsi a questa ricorrenza è stato segnato da diverse immolazioni compiute da giovani monaci per protestare contro il regime di Pechino.


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto