English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

Cade il governo libanese

Aggiornamento 13 gennaio
Sciiti ed Hezbollah sono usciti dalla compagine guidata da Saad Hariri, il figlio del premier ucciso nel 2005, in seguito alle accuse rivolte loro dal Tribunale internazionale che indaga sull'omicidio. Mentre si attende una sentenza, crescono i timori di una nuova guerra civile. 


Sudan, un Paese o due?

Si vota in Sudan del sud per la secessione dal resto del Paese. Il voto, valido con un quorum del 60% che è stato raggiunto, era previsto dagli accordi del 2005 per porre fine al ventennale conflitto nord-sud, che ha visto violazioni dei diritti umani particolarmente gravi soprattutto in Darfur.


Messico, uccisa la poetessa Susana Chavez

L'artista aveva coniato l'espressione "nemmeno una morta in più" per cercare di fermare la strage di donne che da anni si verifica a Ciudad Juarez. Amnesty International ha chiesto un'indagine sull'assassinio.


Proteste a Mosca per chiedere il rilascio degli oppositori

Dopo la seconda condanna di Khodorkovskij, il Cremlino continua a zittire i dissidenti. Al municipio di Mosca, da qualche giorno c'è sempre chi protesta con un picchettaggio solitario: basta essere in due per fare scattare il reato di manifestazione che prevede pene severissime.


Lo scontro di civiltà in Sudan

Secondo lo storico Benny Morris il prossimo referendum per l'indipendenza del Sudan meridionale rischia di scatenare uno scontro violento.
Lanciato oggi un progetto per vigilare contro le possibili violazioni dei diritti umani nel Paese attraverso le fotografie scattate da un satellite.


Argentina, ergastolo all'ex dittatore Videla

Il generale è stato riconosciuto colpevole del sequestro, della tortura e della fucilazione di 31 detenuti politici rinchiusi in un carcere di Cordoba tra l'aprile e l'ottobre 1976. Carcere a vita anche per Benjamin Menendez.


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Diritti umani

di Ani Boghossian

La storia

Fannie Lou Hamer

Attivista per i diritti civili e politici dei neri