English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

L'Egitto guarda al futuro con incertezza

Lo sciopero degli egiziani continua. Secondo la BBC la popolazione appena liberatasi da Mubarak non sarebbe disposta a cessare la protesta come richiede l'esercito. In vigore la legge marziale. Mubarak verserebbe in pessime condizioni di salute nella sua residenza di Sharm el-Sheik.


Cinque anni di carcere a blogger diciannovenne

Tal al-Mallouhi, blogger siriana di 19 anni, è stata condannata a cinque anni di carcere per 'cooperazione con un paese straniero', ovvero gli Stati Uniti, dalla Corte suprema di Sicurezza dello Stato di Damasco.


"Impicchiamo Mussavi e Karrubi"

Gli esponenti della maggioranza in Parlamento hanno definito i leader dell' opposizione "strumenti della Casa bianca e del regime sionista". In piazza proseguono gli scontri dopo il funerale del giovane che è stato ucciso durante le proteste di lunedì.


Piazza Tahrir vista da Antonio Ferrari

L'editorialista del Corriere della Sera Antonio Ferrari riflette sull'Egitto e traccia un ritratto di Mubarak. Per Ferrari i Fratelli musulmani non arriveranno al potere, Mohamed ElBaradei e Amr Moussa potrebbero essere due personaggi chiave per il futuro del Paese.


Egitto, Mubarak si dimette

Il vicepresidente Omar Suleiman annuncia in un messaggio televisivo che il potere è passato nelle mani dell'esercito. Le dimissioni di Mubarak vengono festeggiate da una folla esultante.
 Il premio Nobel Mohammed ElBaradei scrive su Twitter: "È il più bel giorno della mia vita, il paese è libero!".


Egitto, è il "venerdì della partenza"

Dopo la preghiera nuove manifestazioni. Ci si attende che Mubarak lasci. Continua la repressione. Giornalisti asserragliati all'Hotel Hilton. Secondo Le Monde la popolazione è alla ricerca disperata di beni di prima necessità. 


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

La sposa bambina

la vera storia di Nojoud Ali