Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

"Da Facebook minacce, ma anche spazio per i media indipendenti"

Rappler, il sito di notizie online gestito dalla reporter filippina Maria Ressa, "conosce il meglio e il peggio di Facebook": il successo o la demolizione di un giornalista. Pubblichiamo la sua testimonianza uscita su Time.


'Mi hanno chiamato traditore. Sono in buona compagnia’: il viaggio politico di Amos Oz

La notizia della scomparsa dello scrittore ha fatto il giro del mondo, suscitando ovunque commozione e desiderio di capire di più della sua vicenda politica e umana. Abbiamo selezionato queste considerazioni di Ofer Aderet su Haaretz, che richiamano al sostegno di Oz alla soluzione dei due Stati per Israele e Palestina.


Non basta un Nobel per la Pace

Nadia Murad è stata testimone per il mondo del dramma del suo popolo, quello yazida, del massacro della sua famiglia e della violenza dei miliziani dell’Isis, dei quali è stata schiava per tre mesi. Riportiamo il suo intervento per la consegna del Premio Nobel per la pace, dedicato alle vittime di violenza di tutto il mondo. 


Agire è una scelta, per rompere la spirale di violenza

Denis Mukwege, che sarà onorato in occasione della prossima Giornata dei Giusti dell’umanità nel Giardino di Milano, ha dedicato la sua vita ad aiutare e difendere in Congo le donne vittime di stupri di guerra. Riportiamo il suo intervento per la consegna del Premio Nobel per la pace, dedicato alle vittime di violenza di tutto il mondo.


Ecco come si presenta veramente "l'invasione" di cui parla Trump

Il 15 novembre 2018, la carovana dei 7.000 migranti, provenienti per lo più dall’Honduras, che hanno attraversato il Messico con la speranza di giungere al confine con gli USA, è giunta a Tijuana. In gioco c'è la questione politica dell'accoglienza, ma anche la speranza di un futuro per moltissimi bambini. 


Processati i responsabili dell'omicidio di Victor Jara

9 condanne in Cile e una causa pendente in Florida a carico dei responsabili dell'omicidio del "Bob Dylan cileno", assassinato a Santiago del Cile nel 1973 per ordine del generale Augusto Pinochet. Oggi lo stadio dove fu torturato porta il suo nome e il popolare cantante e attivista è onorato in tutto il mondo.


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Il libro

I diritti umani dal punto di vista filosofico

Jeanne Hersch, F. De Vecchi (a cura di)

Multimedia

Intervista a Flavia Agnes

avvocatessa indiana per i diritti delle donne

La storia

Enrico Calamai

vice console che ha salvato 300 persone dalla dittatura militare