English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

Qualcosa è già cambiato nell’antropologia umana

Ieri ho avuto modo di guardare un trasmissione televisiva. Mi capita molto raramente, evito di farlo per proteggermi dalle ventate emotive, per prendermi cura di me. Ma ieri non ho potuto fare a meno di ascoltare un corretto discorso di un Magistrato in pensione. Diceva che il gesto del sequestro di una nave piena di bambini e adulti, da parte di un ministro, se non perseguito, creerebbe un precedente grave: la possibilità di compiere un gesto contro i diritti umani e civili per una necessità “superiore”.


"Da Facebook minacce, ma anche spazio per i media indipendenti"

Rappler, il sito di notizie online gestito dalla reporter filippina Maria Ressa, "conosce il meglio e il peggio di Facebook": il successo o la demolizione di un giornalista. Pubblichiamo la sua testimonianza uscita su Time.


'Mi hanno chiamato traditore. Sono in buona compagnia’: il viaggio politico di Amos Oz

La notizia della scomparsa dello scrittore ha fatto il giro del mondo, suscitando ovunque commozione e desiderio di capire di più della sua vicenda politica e umana. Abbiamo selezionato queste considerazioni di Ofer Aderet su Haaretz, che richiamano al sostegno di Oz alla soluzione dei due Stati per Israele e Palestina.


Non basta un Nobel per la Pace

Nadia Murad è stata testimone per il mondo del dramma del suo popolo, quello yazida, del massacro della sua famiglia e della violenza dei miliziani dell’Isis, dei quali è stata schiava per tre mesi. Riportiamo il suo intervento per la consegna del Premio Nobel per la pace, dedicato alle vittime di violenza di tutto il mondo. 


Agire è una scelta, per rompere la spirale di violenza

Denis Mukwege, che sarà onorato in occasione della prossima Giornata dei Giusti dell’umanità nel Giardino di Milano, ha dedicato la sua vita ad aiutare e difendere in Congo le donne vittime di stupri di guerra. Riportiamo il suo intervento per la consegna del Premio Nobel per la pace, dedicato alle vittime di violenza di tutto il mondo.


Europa e diritti umani

La riflessione su cosa può rappresentare oggi l’Europa in un mondo non solo pieno di contraddizioni, ma anche di ombre estremamente pericolose, dovrebbe essere unita a un’altra riflessione, forse più generale, sul Settantesimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani...


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Il libro

Altalena

Antonio Ferrari

Multimedia

Le parole di Pinar Selek

"la parola chiave? Resistenza"

La storia

Mary McLeod Bethune

instancabile combattente per i diritti degli afroamericani e delle donne