English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

Il Tibet brucia

Un tibetano si è dato fuoco davanti al Parlamento indiano. L'uomo ha riportato ustioni sull'85% del corpo, è ricoverato in ospedale in condizioni gravissime.


Fosse ardeatine, identificate tre vittime

L'esame del DNA ha permesso di identificare tre delle persone senza nome uccise nella strage delle fosse Ardeatine. Si tratta di Marco Moscati, Salvatore La Rosa, Michele Partito.


Rami Al Sayed e il paradosso della testimonianza

Lo scrittore e attivista Shady Hamadi ci presenta la figura di un giovane che è morto per aver avuto il coraggio di testimoniare con dei video la violenza del regime di Assad, Rami Al Sayed, e riflette sul fatto che nonostante il materiale documentale dedicato alla Siria non manchi "alcuni mettono in dubbio che ci sia in corso un massacro nei confronti della popolazione".


"Volevo morire"

Amnesty International denuncia torture e maltrattamenti ai prigionieri in Siria arrestati durante la Primavera araba in un nuovo rapporto.


Il grido di Amina

Una ragazzina è stata costretta a sposare l'uomo che l'ha violentata e in seguito si è tolta la vita. In Marocco proteste contro la legge che permette questa pratica.


8 mila morti in Siria

È altissimo il bilancio delle vittime della repressione di Assad. E ai confini della Siria vengono piazzate le mine antiuomo. Da Shady Hamadi una lettera aperta al Papa.


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Valzer con Bashir di Ari Folman

I conflitti in Libano e il massacro di Sabra e Shatila

La storia

Flavia Agnes

un'avvocatessa per i diritti delle donne