English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

La Birmania nella stretta dell'odio razziale

Secondo la BBC l'etnia Rohingya della Birmania è "una delle più perseguitate al mondo". Si tratta di una piccola popolazione di fede islamica ridotta in semi-schiavitù o ammassata in campi profughi fatiscenti. Numerose sono le violenze dei "birmani puri" contro questi indigeni privati della terra e della cittadinanza. 


La Dichiarazione universale compie 61 anni

Il 10 dicembre 1948 l'Assemblea Generale dell'ONU approvava la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo. All'interno ricordiamo gli articoli 2, 5, 19 e 21 rispettivamente sulla non discriminazione, il divieto di torture, la libertà di espressione e la libertà di partecipazione alla vita politica, tutti diritti ancora oggi calpestati ovunque nel mondo. 


Il bavaglio sui blogger

Internet fa paura ai dittatori: sono molti i blogger arrestati, dalla Siria, alla Russia all'Egitto.


Egitto, vincono gli islamisti

Come previsto, si è delineata  la vittoria del partito dei Fratelli Musulmani nelle consultazioni egiziane, con un'altissima affluenza alle urne.


Indagini in Cile sul caso che ispirò "Missing"

Il giudice cileno Jorge Zepeda ha aperto un fascicolo a carico del capitano Ray E. Davis, ex ufficiale della Marina USA sospettato di non aver prevenuto gli omicidi di Charles Horman e Frank Teruggi incarcerati dopo il golpe di Pinochet. Janis Teruggi: "Mi auguro che sia fatta giustizia". 


Cauto ottimismo per il ritorno di Aung San Suu Kyi in politica

Il Premio Nobel per la Pace concorrerà alle prossime elezioni. Obama e l'Asean credono che la Birmania stia andando nella direzione giusta, ma qualcuno rimane scettico.


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto