English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

La risposta di Trump al virus riflette disprezzo per la scienza

Dallo scoppio dell'epidemia da Covid-19 il presidente Trump ha più volte contraddetto gli esperti confermando che il disprezzo per le competenze scientifiche è una caratteristica costante della sua amministrazione, scrivono Lisa Friedman e Brad Plumer, giornalisti specializzati nei temi ambiente e cambiamenti climatici, in un articolo sul New York Times.


Qui non ci sono virus: in Bielorussia Lukashenko ignora il blocco

Governati da un autocrate noto come uno dei principali negazionisti del virus, i bielorussi non hanno altra scelta che accettare la linea ufficiale: l'economia andrà avanti, qualunque sia il costo in vite umane, scrive Andrew E. Kramer, giornalista della redazione di Mosca del quotidiano New York Times.


Per la prima volta a processo per il genocidio degli Yazidi

Un uomo iracheno è stato processato il 24 aprile a Francoforte per genocidio, omicidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Con l'accusa di aver preso parte, come membro dello Stato Islamico, allo sterminio della minoranza religiosa yazida e di aver torturato e ucciso una bambina di cinque anni, incatenandola e lasciandola morire di sete.


Sudan, tra crisi economica ed epidemia da COVID-19

In Sudan la diffusione del COVID-19 è ancora contenuta, ma le restrizioni imposte per frenare il contagio si sommano alla crisi economica e alla difficile transizione politica del dopo-Bashir. Tornano le proteste di piazza contro il rincaro dei beni alimentari e il governo ha urgente bisogno di risorse per potenziare la sanità.


Siria, primo ospedale per Covid-19 nel nord-est curdo dopo un decesso

La Mezzaluna Rossa curda ha allestito un ospedale specializzato per i casi di coronavirus dopo la prima vittima della pandemia nella Siria nord-orientale. Allarme per la possibile diffusione del contagio in una zona priva di strutture sanitarie e con numerosi campi profughi sovraffollati, dicono le Nazioni Unite.


Le fake news colpiscono ancora

Le fake news sono ovunque. Il loro unico scopo è quello di seminare il falso, raggiungendo il numero massimo di lettori, tramite la condivisione di contenuti sui social, sfruttando l’emozione degli utenti che commentando impulsivamente. Una situazione analoga si è verificata alcuni giorni fa in Italia, quando una fake news ha provocato un’incredibile ondata di risentimento contro la Repubblica Ceca.


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Intervista a Cecilia De Vincenti

"Mia madre, Azucena Villaflor"

La storia

Zandile Nhlengetwa

attivista impegnata per il dialogo e la riconciliazione