English version | Cerca nel sito:

Diritti umani e crimini contro l'Umanità

Polonia, una legge per la restituzione dei beni sottratti dai nazisti

Il provvedimento mira a superare l'attuale condizione in cui ogni sopravvissuto deve provvedere personalmente ad avanzare le proprie richieste, conferendo mandato a un avvocato, operazione spesso costosa e dagli esiti imprevedibili. Si apre una "stretta finestra" per le restituzioni, soprattutto per gli eredi diretti dei sopravvissuti che vivono negli USA, con i quali vige un apposito trattato. 


Un'amicizia difficile

Le relazioni tra Merkel e Netanyahu sarebbero improntate al massimo rispetto. La Germania fornirebbe sostegno e rassicurazioni sulla lotta all'antisemitismo, oltre che qualche garbato rimbrotto sul rispetto dei diritti umani a Gaza. Ma in ballo c'è qualcosa di più, la stessa possibilità dell'Europa di incidere su dossier come quello iraniano o quello mediorientale.


Come salvare l'Europa

George Soros, Presidente delle Open Society Foundations, traccia una possibile tabella di marcia per l'Unione Europea per gestire crisi dei rifugiati, Brexit e le politiche di austerità. Presentiamo tradotto il suo intervento del 29 maggio al forum dell'European Council on Foreign Relations (ECFR).


Il genocidio dei greci del Ponto

Il 20 maggio 2018, mentre ricordava i greci del Ponto in una cerimonia, il sindaco di Salonicco Yannis Boutaris è stato gettato a terra e colpito a calci e pugni da 12 fanatici dell'estrema destra. Vediamo in dettaglio che cosa stava commemorando, e la sua importanza storica.


Quando le spie entrano illegalmente nel giornalismo

Presentiamo di seguito la traduzione dell’articolo di Scott Shane apparso sul New York Times, a proposito del ruolo dello spionaggio, soprattutto russo, nel fenomeno delle “fake news”.


Il lento genocidio contro il popolo dei Kachin in Myanmar

Proponiamo di seguito la traduzione dell'articolo ‘Slow genocide’: Myanmar’s invisible war on the Kachin Christian minority, pubblicato dal Guardian il 14 maggio 2018, con un aggiornamento il giorno successivo, che descrive, purtroppo, un nuovo massacro di cristiani Kachin.

 


Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Malala parla all'Onu

In occasione del suo 16esimo compleanno

La storia

Lydia Cacho

Giornalista e attivista per i diritti delle donne