English version | Cerca nel sito:

Appello per la pace e la democrazia

da Antonia Arslan, parole di pace per l'Armenia

Da oltre tre settimane il Caucaso del Sud è precipitato in una nuova guerra, troppo spesso ignorata dai nostri media, che sta producendo una crisi umanitaria terribile per la popolazione civile del Karabakh, in seguito all’attacco dell’Azerbaijan, supportato dalla Turchia. I due terzi della popolazione sono stati costretti alla fuga, in seguito ai bombardamenti incessanti che colpiscono Stepanakert, Shushi e altri centri del Karabakh. Si stima siano alcune migliaia i morti, da una e dall’altra parte del conflitto.

Un appello per la pace e la democrazia, quello che trovate qui, ad opera della scrittrice Antonia Arslan, che ha trovato l’adesione di tanti personaggi del mondo della cultura e di tanti cittadini.

Simone Zoppellaro

Roma, 7 ottobre 2020

APPELLO PER LA PACE E LA DEMOCRAZIA

Gli armeni vogliono la pace, l’Azerbaijan e la Turchia vogliono l’Armenia e l’Artsakh.

È ormai da più di una settimana che il popolo armeno in Armenia e in Artsakh (Nagorno-Karabakh) sta respingendo la massiccia offensiva militare dell'Azerbaijan supportata apertamente dalla Turchia.

La capitale Stepanakert e le altre città e villaggi dell’Artsakh, gli ospedali e le scuole, sono bombardate con bombe a grappolo, con missili, cacciabombardieri e droni kamikaze. Il numero delle vittime civili sta crescendo. Anche diversi giornalisti della stampa internazionali sono rimasti feriti.

Ignorando gli appelli della comunità internazionale e dei mediatori internazionali (USA, Francia e Federazione Russa) per un cessate il fuoco immediato, l'Azerbaijan sta conducendo un’offensiva militare su larga scala contro l’Artsakh, con il diretto sostegno politico e militare della Turchia che sta trasferendo nella zona del conflitto armi e istruttori militari, nonché terroristi jihadisti dalla Siria. L’Unione Europea, gli Stati Uniti, la Russia e la Francia, hanno già rilasciato dichiarazioni allarmate al riguardo e le principali testate giornalistiche italiane e internazionali hanno confermato l’infiltrazione, da parte turca, di terroristi jihadisti.

Noi tutti stiamo assistendo impotenti all’esportazione nel Caucaso Meridionale della politica destabilizzante neo ottomana della Turchia. La stessa politica destabilizzante che Erdogan sta portando avanti in Siria, Libia e nel Mediterraneo orientale e che dovrebbe destare le più serie preoccupazioni dell’Europa e dell’Italia in primis.

In piena e grave violazione del diritto umanitario internazionale, l’Azerbaijan e la Turchia hanno ignorato gli appelli del Segretario Generale dell’ONU e di Papa Francesco per una tregua globale in tempo di Pandemia da Covid-19. Proprio nei giorni in cui il mondo intero sta celebrando il trentesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, l’Azerbaijan intende sopprimere il diritto all’autodeterminazione che l’Artsakh esercita da prima della caduta dell’URSS.

Oggi, di fatto, il popolo armeno, sopravvissuto al genocidio commesso dall'Impero Ottomano tra il 1915 e il 1923, sta di nuovo combattendo da solo contro il terrorismo internazionale e sta affrontando una minaccia per la sua stessa esistenza.

Ci appelliamo affinché l'Italia, che ripudia la guerra come strumento di offesa alla liberta degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (art. 11 della Costituzione Italiana), dia il suo contributo significativo invitando la Turchia, con cui siede assieme al tavolo della Nato, a mettere immediatamente fine al coinvolgimento militare nel conflitto, e insista affinché tutte le parti ripristinino il cessate il fuoco e tornino ad accettare la strada di negoziati pacifici.

La guerra scatenata dall'Azerbaijan ha un unico obiettivo: quello di entrare in possesso del territorio dell’Artsakh ma senza i suoi abitanti.

Ci appelliamo perché, sempre fedele alla sua Costituzione, l’Italia supporti la lotta per la libertà e la democrazia del popolo dell’Artsakh.

Firmatari:

FIRME 07/10/2020

  1. ANTONIA ARSLAN – Scrittrice
  2. DACIA MARAINI - Scrittrice
  3. OLIVIERO TOSCANI - Fotografo
  4. RICCARDO MUTI - Direttore d'orchestra
  5. MILENA GABANELLI - Giornalista
  6. ADRIANO SOFRI – Giornalista e attivista
  7. HENRIKH MKHITARYAN – calciatore, AS Roma
  8. PAOLO KESSISOGLU - Аttore e autore
  9. LUCA BIZZARRI – attore
  10. FABIO GENOVESI – scrittore
  11. GHERARDO COLOMBO – magistrato
  12. PIERFRANCESCO FAVINO – attore
  13. ADELINA VON FÜRSTENBERG - Curatrice e produttrice indipendente
  14. UMBERTO GALIMBERTI - Filosofo, scrittore, giornalista del quotidiano La Repubblica
  15. ANGELO GUERINI - Edizioni Angelo Guerini e Associati Spa
  16. PAOLO GENOVESE – regista
  17. ROBERTO OLLA – Giornalista
  18. FABIO VOLO – Attore, scrittore, conduttore radiofonico, conduttore televisivo, sceneggiatore
  19. SABRINA DANADEL – giornalista
  20. BEATRICE VENEZI – Direttrice d’Orchestra
  21. ANNA FOGLIETTA - ATTRICE
  22. ROBERT JULES GUÉDIGUIAN - Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico
  23. LAURA EFRIKIAN - Attrice
  24. JASMINE TRINCA – attrice
  25. BEPPE GIULIETTI - Presidente FNSI
  26. MAURA CAPRIOLI - Giudice di Della Corte di Cassazione
  27. EDI RABINI - Presidente Fondazione Langer
  28. MARCELLO FLORES - Docente Universitario, Studioso Genocidi
  29. ANNA FOA – Università la Sapienza
  30. CORRADO OCONE – Filosofo
  31. ANTONIO FERRARI - Giornalista Corriere Della Sera
  32. ANNA MAZZONE - Giornalista TG2 RAI
  33. GABRIELE NISSIM - Giornalista, Saggista e Storico
  34. VIVIANA KASSAM – Presidente di Hebrew University, Braincircleitalia e Braincirclelugano
  35. MIKAYEL OHANJANYAN – Artista
  36. CRISTINA MAZZAVILLANI MUTI - Presidente e direttore artistico del Ravenna Festival
  37. FRANCA GIANSOLDATI – Giornalista Il Messaggero
  38. SIMONE ZOPPELLARO – Giornalista
  39. BRUNO SCAPINI - diplomatico, già Ambasciatore d’Italia in Armenia, scrittore
  40. FRANCESCO GIUBILEI - Editore e giornalista, Presidente Fondazione Tatarella
  41. STEFANIA BATTISTINI - Giornalista TG1 RAI
  42. MARCO TOSATTI - Giornalista e autore
  43. MIMMO LOMBEZZI - Giornalista, Vignettista
  44. MARTA FEDERICA OTTAVIANI – Giornalista
  45. DANIELE DELL'ORCO – Giornalista
  46. ALESSANDRO ARAMU - Giornalista
  47. ARIANE ASCARIDE - Attrice e sceneggiatrice
  48. DARIO VOLTOLINI – Scrittore
  49. MARIO FERRANTE - Professore ordinario diritto ecclesiastico università di Palermo
  50. MASSIMO ZAMBONI - Musicista e scrittore
  51. SIMONE VENTURINI - Assessore Cultura Comune Venezia
  52. MATTIA CARLIN - Vicepresidente Unione dei Consoli in Italia
  53. EUGENIO LO SARDO - Ex Direttore Generale dell’Archivio di Stato Centrale
  54. GIORGIO PETROSYAN –Campione mondiale K1
  55. MARIANNA MORANDI – Attrice
  56. LUIGI DE MOSSI - Sindaco di Siena
  57. STEFANO ZECCHI – Filosofo
  58. PAOLO CAMPINOTTI - Presidente di Confindustria Toscana
  59. MASSIMO GHELARDI - Scrittore
  60. FEDERICO FALOPPA - Docente universitario
  61. ANNALIA GUGLIELMI - Scrittrice
  62. ROBERTO PACI DALÒ - Artista, Docente Universitario
  63. SERGIO STERBINI - Vice Presidente Nazionale Sindacato Nazionale Agenti Assicurazione
  64. PIETRO BARBETTA - Direttore Del Centro Milanese Di Terapia Della Famiglia
  65. CHIARA ZAPPA - Giornalista
  66. ALESSANDRO BELLI - Avvocato
  67. GUIDO FERRADINI - Avvocato
  68. ODILIA DANIELE - Avvocato e docente diritto canonico ed ecclesiastico
  69. GRAZIA PETRULLI – Avvocato
  70. VINCENZO BAFUNNO – Notaio
  71. ANDREA RISTORI - Consulente aziendale
  72. MASSIMO MARIO SIMONELLI - Architetto
  73. GRAZIA MICHELACCI - Regista
  74. ZARA POGOSSIAN - docente universitario
  75. LETIZIA LEONARDI - giornalista scrittrice
  76. ALESSANDRO MASSARI - imprenditore
  77. DENIA MAZZOLA GAVAZZENI - soprano
  78. ROSSANA BATTISTI - artista
  79. GIANGUIDO MUSSOMELI - insegnante e blogger musicale - Stoccarda
  80. AGNESSA GYURDZHYAN - cantante lirica
  81. ALESSANDRA CERRATO GOMEZ – Lavoro al Teatro di Gomma
  82. ENZO PARZIALE - Presidente dell’Associazione Campania Europa Mediterraneo
  83. ILARIA ROMANO - giornalista e documentarista
  84. STEFANO ALBIANI - musicista
  85. CAPOBIANCO MICHELE - Consigliere Comunale di Castel Baronia.
  86. ELENA PAOLIZZI - sociologa
  87. PATRIZIA FUGARO - pres. Ass. Columbus PISA e sostenitrice dei diritti umani
  88. CARLA MELIS - giornalista
  89. ERNA MARIONI - scrittrice
  90. GUIA BAGGI – giornalista
  91. STEFANO LEVI DELLA TORRE - docente universitario, scrittore, saggista
  92. STEFANIA PORTACCIO – scrittrice
  93. TAHER DJAFARIZAD – Presidente Associazione Neda Day
  94. PAOLO CAPPUZZO – Presidente Associazione Italo Araba Assadakah Italia
  95. AGOP MANOUKIAN, economista, sociologo ed ex presidente della Lachler SpA
  96. CARLO VERDONE - attore e regista 

    NUOVE ADESIONI:
  1. LUCA BIZZARRI – attore
  2. GIULIO MEOTTI - Giornalista Il Foglio
  3. MAURO MOGGI - già professore universitario di storia e cultura greca
  4. TALAL KHRAIS - scrittore, reporter, corrispondente Agenzia Nazionale Informazione Libano
  5. GIULIANO BIFOLCHI - direttore ASRIE Analytica, ricercatore e analista
  6. ANNA MARGARYAN - cittadina armena e italiana
  7. ANNALISA FONTANA - cittadina italiana
  8. ANTONIETTA LAZZARONI - cittadina italiana
  9. ARMINE MAKINYAN - atleta
  10. ARMINE MAKSUDYAN - Architetto e Artista
  11. BEPPE D'ALBA - un cittadino rispettoso dei diritti umani e portavoce di un mondo di pace.
  12. CAMILLO BIANCOFIORE - interprete, traduttore, blogger, studente di doppiaggio
  13. CHIARA SALVETTI - Insegnante
  14. DONATELLA BELLAGAMBI – cittadina italiana
  15. EMILIA MOSTARDA - cittadina italiana
  16. FABIO GENOVESI – scrittore
  17. FRANCESCO DI MARTINO - cittadino italiano
  18. GIOVANNI DALPASSO - cittadino italiano
  19. GIOVANNI VITALE - cittadino italiano
  20. LAURA PAOLO - cittadina italiana
  21. LAURA SAHAKYAN - Cittadina Armena residente in Italia.
  22. LUISA MOGGI - ex insegnante superiore di latino
  23. MARIA ACQUA SIMI - giornalista e inviata
  24. MARIA CRESCINI - cittadina italiana
  25. MARINA MANZINI - professionista Tributarista
  26. MARINA MARCATO - cittadina italiana
  27. MARINA PASQUI - Preside
  28. MARINELLA SEQUENZA - volontaria Auser
  29. MASSIMO LA GRECA - cittadino italiano
  30. MIRELLA GIUGGIOLI - insegnante
  31. MONICA MOGGI - cittadina italiana
  32. ROCCHETTI ANGELA – cittadina italiana
  33. SONIA PONGA CHIAROTTO - cittadina italiana
  34. SONYA MANUKYAN – ingegnere, economista
  35. STEFANO SACCO – Insegnante
  36. STEFANOS PALIOCHORIATIS
  37. TERESA DI MAURO - cittadina italiana
  38. VALENTINA ZUALDI - cittadina italiana
  39. YEGOR MAKINYAN - atleta
  40. ALFIO TERRONI
  41. PAOLA LEONARDI - fotografa
  42. ARDUINA BONDANINI - cittadina italiana
  43. BRUTO POMODORO - artista
  44. GIOVANNI MARTINELLI - libero cittadino
  45. GIANFRANCO PAOLI -tecnico Telecomunicazioni
  46. ALESSANDRO GRAZI - artista
  47. ASTRIGH DE TOMMASI - Fisioterapista e membro del direttivo associazione Armeni Apulia
  48. LOREDANA ZUCCON - agente di viaggio
  49. LUSINE FAVA - cittadina svizzera
  50. KATIA PAVONI
  51. CINZIA PIASENTIN - cittadina italiana
  52. ANNAMARIA SANSONE - scrittrice
  53. GIUSEPPE LADISA - ingegnere
  54. HERMINE KHACHATRYAN, insegnante
  55. ERNESTO INSARDI - cittadino italiano
  56. ALBERTO PERATONER - Filosofo, saggista poligrafo
  57. LORENZO PEDRETTI - cittadino italiano
  58. ANNA GEVORGYAN - stilista, artista
  59. LAURA PAOLO - cittadina italiana.
  60. IGNAZIO ITALIANO - libero pensatore e cittadino del mondo
  61. DANIELA CONFALONIERI - missionaria laica
  62. ROBERTO FAGANELLO - V.presidente MOFI Movimento nazionale Famiglie Italiane
  63. FRANCESCO DE PALO - giornalista
  64. NICOLE CORRITORE - giornalista 
  65. ADRIANO ALBANO - giornalista
  66. MATTEO DE FRANCO - dottorando
  67. SILVIA VEZZOSI
  68. VASKEN BERBERIAN - regista scrittore.
  69. LORELLA DE BON - cittadina italiana
  70. GALINA STEPANJAN - Consulente
  71. MARCO SUKIASSIAN - nipote di armeni della diaspora
  72. LUCIANO CERETTI - consulente turistico tour leader
  73. SANDRO PESCO - Cobas Nordest, sindacato di popolo
  74. KLARA MITSOVA
  75. GIOVANNI DALPASSO - Associazione Italia Russia Pordenone
  76. FURIO DETTI, scrittore e storico
  77. GIORGIO CAIONE - curatore
  78. ARIANNA DIACO
  79. GRAZIA NITTI
  80. ERMINIO VALLESE
  81. MIRELLA ZAMBELLO
  82. SOSSY BORANIAN - docente
  83. BIANCA MARIA TOGNI
  84. GABRIELLA BOMBA
  85. FAUSTO SANTOPADRE - Ingegnere
  86. CUNI CLAUDIO
  87. MARIANO PIRROTTA - Docente
  88. ALAIN NAVARRA - docente universitario
  89. PIERPAOLO FAGGI - Geografo
  90. ANNA MARIA GENTILI - Professore Università di Bologna
  91. PAOLA CAGOLATI
  92. ELISABETTA LAZZARO - terapista occupazionale
  93. GIANNA STELLINO - insegnante
  94. CATERINA MANZAN - terapista della riabilitazione
  95. LAURA VIANELLO
  96. VITTORIO DE CET - educatore sportivo
  97. MARIA BALDOVIN
  98. EDOARDO RIPANI - attore e regista
  99. FRANCESCA FERIAN - terapista occupazionale
  100. LAURA RICCI - restauratrice
  101. UGO VOLLI - professore universitario
  102. MARTINA CORGNATI - storica dell'arte, docente universitario
  103. PATRICIA DE FRANCO
  104. RUGGERO ROMANELLI
  105. JACOPO SANTINI, fotografo

19 ottobre 2020

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Salgado per gli Indios dell'Amazzonia

il Covid-19 potrebbe ucciderli

La storia

Enrico Calamai

vice console che ha salvato 300 persone dalla dittatura militare